ORVIETO, CRISI ACQUE TIONE, INCONTRO SINDACATI, BANCA, AZIENDA E ISTITUZIONI

Acqua Tione

acqua tioneUn piano industriale più concreto e dettagliato, è stata la richiesta che i vertici della Cassa di Risparmio di Orvieto hanno rivolto alla proprietà per poter valutare la concessione del credito necessario a far ripartire lo stabilimento delle acque minerali Tione. Gli elementi finora forniti non sono stati infatti giudicati sufficienti a chiarire le prospettive dell’azienda, ed è per questo che a breve banca e management della società si ritroveranno intorno a un tavolo che dovrà servire a dare certezze, innanzitutto ai lavoratori. È stato questo l’esito dell’incontro convocato ad Orvieto dal Prefetto Gianfelice Bellesini ed ad quale hanno partecipato, insieme alla proprietà ed ai sindacati, il Sindaco Antonio Concina, l’ing. Angelo Di Dio delegato dall’Assessore regionale Silvano Rometti, il direttore di Confindustria Terni, Mauro Meucci ed il direttore generale di Cassa di Risparmio di Orvieto, Luigi Mastrapasqua.
Un passo avanti, dunque, verso la rapida definizione di una vicenda che vede le maestranze fortemente preoccupate a causa del persistente blocco delle linee di produzione e della richiesta di cassa integrazione per i dipendenti avanzata nei giorni scorsi dall’azienda. “Le istituzioni sono presenti e stanno facendo la loro parte per superare questa situazione di stallo.” – ha assicurato Bellesini – “Confido che l’incontro di oggi faccia ripartire il confronto banca imprenditore così da dare in tempi brevi risposte certe alle famiglie dei lavoratori coinvolti”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*