Operai ex Merloni ospiti della Quintana

Corteo operai Ex Merloni
Corteo operai Ex Merloni
Corteo operai Ex Merloni

FOLIGNO – Una delegazione di operai in cassa integrazione della ex Merloni sarà ospite della Quintana alla Cena Grande 2014 in programma sabato 24 maggio a Palazzo Trinci. Anche quest’anno la Giostra della Quintana di Foligno si conferma attenta ai problemi del sociale e del mondo del lavoro. Lo scorso anno parteciparono gli assistiti della Caritas diocesana e quest’anno tocca ai rappresentanti degli oltre mille operai in cassa integrazione.

“E’ un piccolo gesto di solidarietà per esprimere l’appoggio della Quintana a chi sta vivendo momenti difficilissimi – ha detto il presidente dell’Ente, Domenico Metelli – ci tenevamo ad avere come ospiti gli operai in un momento di festa per la città e dare un modestissimo contributo per migliorare la loro situazione. Il Popolo della Quintana ha un grande cuore – ha concluso il Presidente – ed è sempre vicino a chi è in difficoltà. Spero davvero che la questione che riguarda la ex Merloni possa risolversi nel migliore dei modi”.

L’invito della Quintana è arrivato ai rappresentanti della Rsu della ex Merloni che hanno subito aderito all’iniziativa dell’Ente.

Gli lavoratori e le lavoratrici della JP industries, ex Merloni ringraziano l’Ente Giostra Quintana e il suo Presidente per l’attenzione dimostrata sia in occasione del Giro d’Italia ed in modo particolare in occasione della “Cena Grande” del 24 maggio – si legge i una nota a firma congiunta dei rappresentanti delle sigle sindacali Cgil-Fiom, Cisl-Fim e Uil-Uilm – questo appuntamento rappresenta per noi una occasione dove puntualizzare, che in questa territorio insiste una delle vertenze lavoro più importanti d’Italia e dove centinaia di lavoratori e lavoratrici vivono condizioni precarie sia nel presente che nella prospettiva futura”. La Quintana, dunque, esprime tutta la sua solidarietà agli operai della ex Merloni in un momento di festa come quello della Cena Grande.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*