Milano, l’agricoltura umbra protagonista per sei mesi a Expo 2015

“L’agricoltura dell’Umbria sarà protagonista a Milano per tutta la durata dell’Expo: la Giunta regionale ha destinato a questo scopo un ulteriore finanziamento di oltre 600mila euro. Inoltre, nei giorni immediatamente successivi alla Pasqua, verrà pubblicato un nuovo bando che mette a disposizione di soggetti privati e associazioni 300mila euro per eventi da realizzare entro giugno, capaci di accrescere l’attrattività a fini turistici dei territori rurali”.

È quanto rende noto l’assessore regionale all’Agricoltura, Fernanda Cecchini, illustrando i principali provvedimenti approvati dall’esecutivo regionale e, in particolare, il sostegno alla partecipazione delle imprese agricole umbre all’Expo che si aprirà il prossimo primo maggio a Milano, fino al 31 ottobre, dedicata al tema “Nutrire il pianeta. Energie per la vita”.

“Abbiamo in precedenza già impegnato 950mila euro a sostegno di sette progetti di consorzi e associazioni di produttori che promuoveranno prodotti e territorio all’Expo e ora garantiamo un ulteriore assegnazione di risorse per l’organizzazione di iniziative, mostre ed eventi: insieme alla qualità dei prodotti – ha detto l’assessore – faremo conoscere le pratiche e le colture che rispecchiano al meglio il concetto di un’alimentazione naturale, sana, che rispetta il ciclo delle stagioni, in grado di trasferire direttamente i prodotti agricoli dal campo alla tavola”.

“L’Umbria ci sarà – afferma l’assessore – mettendo in campo le esperienze e le innovazioni sotto molteplici profili, in primo luogo dal punto di vista agricolo e agroalimentare. La presenza sarà innanzitutto all’interno del sito espositivo in diversi luoghi e con diverse cadenze temporali. A Padiglione Italia, nella Mostra nazionale – spiega – saranno rappresentate le bellezze, ma anche i saperi per cui l’Umbria ha conquistato un ruolo di rilievo negli ultimi anni grazie ad una agricoltura innovativa sul lato della qualità delle produzioni e sul lato della sostenibilità ambientale”.
Nella Mostra temporanea, dal 31 luglio al 13 agosto, “verranno delineati i profili più innovativi sulla base di un radicamento antico, francescano e benedettino, del sapere”.

Particolare importanza riveste il progetto “Umbria cuore verde di Cascina Triulza” realizzato dalla Regione, partner ufficiale della Fondazione Triulza, cui è stata affidata la gestione della Cascina all’interno del sito espositivo di Expo Milano 2015.
“Per tutta la durata dell’Expo – dice l’assessore – avremo una vetrina mondiale dell’Umbria rurale dove tradizione, conoscenza, innovazione, territorio e ambiente produttivo rappresentano un contesto storico, culturale e artistico unico e irripetibile. Attraverso il Parco Tecnologico Agroalimentare 3A, l’Università degli di Perugia e gli Istituti agrari dell’Umbria si farà informazione scientifica, divulgazione e accompagnamento dei visitatori agli Orti interni alla Cascina per la diffusione, presentazione e promozione della cultura relativa all’orticoltura. Valorizzeremo sia la tradizione romana e storico culturale benedettina e francescana, sia il know how delle istituzioni universitarie e scolastiche umbre”.

A Cascina Triulza “campeggerà l’Umbria ricca di storia, cultura, natura, tradizioni come emerge dalla rappresentazione che ne ha fatto il grande fotografo americano Steve McCurry con il progetto Sensational Umbria. La mostra sarà allestita sia negli spazi aperti che nelle sale workshop. Inoltre, nel Mercato interno alla Cascina – prosegue – ci saranno ogni settimana tre aziende, in primo luogo agroalimentari, a proporre i loro prodotti di qualità”. All’ingresso della Cascina ci sarà un punto informativo dedicato esclusivamente all’Umbria e alle sue risorse culturali, ambientali, sociali e turistiche.

Altro punto di forza della partecipazione e della promozione dell’Umbria all’Expo è nel Padiglione del Vino, il cui coordinamento è stato affidato all’enologo umbro Riccardo Cotarella: “Nei sei mesi dell’Esposizione – rileva l’assessore Cecchini – accanto alla presenza del Museo del Vino e della Vite di Torgiano sarà presente un gruppo significativo di produttori con le loro etichette e con le loro proposte di rappresentazione del vino, veicolo fondamentale dell’Umbria che dopo essere stata classificata da ‘Wine Enthusiast Magazine’, il mensile americano dedicato interamente al vino, quale una delle dieci mete mondiali del vino nel 2014, nel 2015 è nella top ten di destinazione turistica secondo il New York Times e il Daily Telegraph”.

L’Umbria “sarà presente inoltre con il distretto del cioccolato all’interno del Cluster del cacao, gestito da Eurochocolate, che diventerà anche luogo di intrattenimento permanente in tema di degustazioni e spettacolo”.

Altrettanto significativo, tra le iniziative nell’ambito di Expo 2015, è il progetto per il “Food design”. Nella cornice della sede dell’Associazione Italiana del Design, verrà allestito uno spazio Umbria dove imprese e territori dell’Umbria potranno rappresentare i loro prodotti, i loro progetti ed eccellenze, con un “temporary restaurant” che proporrà le eccellenze enogastronomiche regionali.

“L’Umbria, il suo territorio, la sua agricoltura e cultura avranno spazi e occasioni anche per proporsi ai visitatori, innanzitutto stranieri – conclude l’assessore Cecchini – che vogliano visitare il ‘cuore verde d’Italia’ in questo anno pieno di iniziative che ad ottobre metteranno al centro dell’attenzione l’olio, un altro tesoro della nostra terra”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*