Mercato di Pian di Massiano, Uiltrasporti Umbria risponde a Massimiliano Baccari

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – “Ci convinciamo sempre più che gli interessi rappresentati da Massimiliano Baccari sono ben diversi da quelli per cui ci siamo preoccupati noi del sindacato”. Rispondono così Stefano Cecchetti, segreterio generale aggiunto di Uiltrasporti Umbria, e Marco Alunni Guiducci, coordinatore della struttura sindacale Gruppo aziendale Uiltrasporti (Gau) di Gesenu, alla replica giunta dal presidente di Fiva Umbria, l’associazioni degli operatori su area pubblica aderente a Confcommercio, in merito alla richiesta avanzata dal sindacato di maggiore sicurezza per gli operatori Gesenu che si devono occupare di ripulire l’area di Pian di Massiano dopo il mercato del sabato. “In quell’area – spiegano Cecchetti e Guiducci – ci sono 170 banchi a cui dobbiamo accostare altrettanti mezzi di trasporto, ai quali vanno sommati tutti gli altri dei clienti. Stando con i piedi per terra e sapendo che esiste un’unica via di deflusso dal mercato, che alle 13 dovrà essere sgombrato per far posto ai tifosi per il parcheggio delle loro auto, ripetiamo che sono fondatissime le preoccupazioni”. “Se poi Baccari – aggiungono da Uiltrasporti – vuol offendere la categoria degli ‘spazzini’, come li chiama lui, sostenendo che hanno problemi a raccogliere la spazzatura, questo significa che non ha ben inteso il nostro intervento, ovvero che solo strumentalmente si è preso la libertà di dire qualche sciocchezza. Riteniamo che anche gli ‘spazzini’ meritino rispetto, tanto quanto gli ambulanti. Quindi confidiamo nelle sue scuse”.

“L’auspicio – concludono Cecchetti e Guiducci – è quello che tutto possa svolgersi nel migliore dei modi, tuttavia ci pare di capire che la stessa Fiva ‘presiederà la chiusura del mercato per controllare che tutto proceda bene’, quindi qualche dubbio lo ha”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*