MANOVRA FINANZIARIA REGIONE: APPROVATI BILANCIO, LEGGE FINANZIARIA E COLLEGATO

(UJ.com3.0) PERUGIA – La Prima Commissione del Consiglio regionale, presieduta da Oliviero Dottorini, ha approvato oggi i 3 documenti che compongono la manovra di bilancio predisposta dalla Giunta (legge Finanziaria, Collegato e Bilancio) e che verranno votati dall’Aula di Palazzo Cesaroni nella seduta fissata per giovedì 4 e venerdì 5 aprile. La legge Finanziaria ha ottenuto 5 sì: Locchi, Barberini, Galanello (Pd), Dottorini (Idv) e Stufara Prc – Fds) e 1 no, Lignani Marchesani (Fd’I). Collegato e Bilancio sono stati invece approvati con 4 sì (Pd e Idv) e 2 no (Monni, Pdl e Fd’I).

GLI EMENDAMENTI ALLA LEGGE FINANZIARIA. Durante i lavori, presente l’assessore Vincenzo Riommi, la Commissione ha apportato alcune modifiche ai testi stilati dall’Esecutivo. È stata prevista, su proposta del consigliere Dottorini, l’istituzione di un fondo di 40mila euro per le famiglie colpite dall’inquinamento dei pozzi nella zona di Città di Castello e di altri Comuni. Lo stanziamento in favore del Consiglio regionale dell’emigrazione è stato portato da 100 a 200 mila euro, accogliendo in parte l’emendamento di Fausto Galanello, presidente del Cre. Durante il dibattito e dopo una pausa nei lavori è emersa la necessità, da parte della Giunta, di stilare un maxi emendamento da presentare in Aula per fornire risposte alle esigenze di finanziamento e rifinanziamento di alcune leggi regionali, come quelle sul Commercio equo, sull’archeologia industriale, sul mobile in stile e sul Consiglio regionale dell’emigrazione. Durante la discussione il consigliere Damiano Stufara ha chiesto alla Giunta di rispettare l’impegno preso in relazione al ripristino del fondo per il sostegno agli affitti, ridotto ad 1 milione di euro con l’ultimo assestamento di bilancio ma con la prospettiva di reintegrarlo. Il fondo in questione sarebbe stato invece confermato nell’importo dello scorso anno mentre per le borse di studio universitarie la dotazione finanziaria sarebbe stata adeguata alle crescenti esigenze.

EMENDAMENTI AL COLLEGATO. Alcune modifiche sono state apportate all’unanimità al Collegato in seguito all’approvazione di emendamenti della Giunta e dei commissari, relativamente all’elenco delle organizzazioni di volontariato della protezione civile; alle legge sull’imprenditorialità giovanile, alla proroga delle misure anti crisi (5 milioni di euro per facilitare l’accesso al credito), alla riduzione dei canoni di concessione pagati dalle aziende agrarie che operano su terreni marginali della regione (Galanello).

EMENDAMENTI AL BILANCIO. Il bilancio è stato approvato senza i tre emendamenti della Giunta regionale, che sono stati ritirati con l’impegno da parte della Giunta stessa di ripresentarli in Aula sotto forma di maxiemendamento. Approvate invece con i soli voti della maggioranza: la diversa destinazione dei fondi per il ripopolamento della selvaggina e le misure relative ai trasporti: concessone di una anticipazione di cassa ad Umbria mobilità (massimo 20 milioni da restituire entro il 31 dicembre), possibilità di modifica dei contratti di servizio, abolizione dell’osservatorio regionale dei trasporti.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*