A Magione apre ‘Busso’, una sfida per rilanciare l’economia

Bussolini taglia il nastro del suo cash&carry

(umbriajournal.com) by Avi News MAGIONE – Quattromila metri quadri per rilanciare l’economia di un territorio, tra nuove assunzioni e un occhio al turismo. È la sfida che Bussolini distribuzione vuole vincere a Montebuono di Magione dove, giovedì 23 settembre, è stato inaugurato ‘Busso Cash&carry’, la nuova e innovativa piattaforma per il servizio all’ingrosso rivolto agli alimentaristi e agli operatori del settore dell’horeca (hotellerie restaurant café).

Una nuova attività che la famiglia Bussolini affianca allo storico servizio di vendita al dettaglio: dopo quasi settant’anni, infatti, arriva la scelta di ampliare i propri orizzonti per aprire un punto vendita per utenti professionali, bar, ristoranti, pizzerie, alberghi, sagre e, in generale, tutti gli operatori della distribuzione alimentare e della ristorazione. Una scelta che serve l’area del Trasimeno, ma non solo e con un’attenzione alle attività legate al turismo, tra i punti di forza dell’intera regione. Tutto questo in una struttura, appunto, di quattromila metri quadri (che si aggiunge a quella preesistente e presente a Montebuono fin dal 1948 e che adesso sarà adibita a magazzino) e che porta a un totale di sessanta il numero dei dipendenti impiegati dalla famiglia Bussolini.

Dipendenti che hanno partecipato in prima fila al taglio del nastro di ‘Busso’, sostenendo l’impegno e la passione di Marco e Assunta, i fratelli che hanno seguito le orme del padre rilanciando un’attività radicata da sempre nel territorio. Al taglio del nastro, a cui è seguita la benedizione dei locali da parte di padre Francesco, hanno partecipato anche il sindaco di Magione Giacomo Chiodini, il consigliere regionale e membro della commissione consiliare Attività economiche Gianfranco Chiacchieroni e il presidente di Confcommercio Perugia Sergio Mercuri.

“Una sfida importante – ha spiegato Marco Bussolini, a fianco della sorella Assunta – per cui vogliamo prima di tutto ringraziare tutti i nostri dipendenti, fondamentali per questo nuovo progetto. Davvero, la nostra famiglia”. Un sentimento talmente forte che l’inaugurazione è stata anche l’occasione per premiare con una targa Pina Zeetti, andata da poco in pensione dopo ben 42 anni di lavoro con Bussolini.

“Bussolini rappresenta 70 anni della nostra storia – ha detto Chiodini –, passati sempre guardando al futuro e restando fortemente radicati al territorio. Come dimostra questo investimento importante e significativo, che qualifica e sviluppa la propria catena ma guarda anche all’esterno, con un’attenzione alla qualità architettonica e al paesaggio come alla funzionalità viaria dell’area. Per cui a loro va davvero riconosciuto il merito di questa scelta”. “Scelta che la famiglia Bussolini ha fatto contando solo sul proprio impegno e sulle proprie spalle – ha voluto sottolineare il presidente Mercuri -, con l’idea di essere un punto di riferimento anche per i piccoli negozi: davvero un passo in avanti per l’economia umbra”. “Questo cash and carry – ha ribadito il consigliere Chiacchieroni – rappresenta anche un atto di fiducia nei confronti dell’economia diffusa. Un segnale importante per tutta la comunità, indicatore di sviluppo e di ripresa”.

La nuova attività si aggiunge ai cinque punti vendita al dettaglio di proprietà della famiglia, l’ultimo dei quali inaugurato meno di un anno fa nel quartiere di Madonna Alta a Perugia, e a diversi negozi di prossimità che Bussolini gestisce in affiliazione, a marchio ‘Risparmio sotto casa’.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*