L’Umbria in tavola conquista Expo 2015 grazie al Gruppo Cramst

L’Umbria in tavola conquista Expo 2015 grazie al Gruppo Cramst
L’Umbria in tavola conquista Expo 2015 grazie al Gruppo Cramst

L’Umbria in tavola conquista Expo 2015 grazie al Gruppo Cramst.
Straordinario il successo che sta riscontrando il nostro ristorante a Expo 2015. Un menù semplice ma ricco dei migliori piatti della tradizione culinaria dell’Umbria. Dalla panzanella, allo spezzatino di cinghiale passando per le squisite tagliatelle al tartufo.

“Territories & restaurant”, questo il nome del nostro ristorante al centro del Padiglione KiP International School (organizzazione che promuove la conoscenza , innovazione, politiche e pratiche territoriali che siano coerenti con gli obiettivi e i valori della Piattaforma del Millennio delle Nazioni Unite), è diventato il punto di riferimento dei tanti visitatori buongustai che in questi giorni stanno visitando l’Esposizione internazionale.

Il merito di questo incredibile successo va sicuramente a tutta la squadra che dalla cucina alla sala stanno lavorando per offrire il meglio del servizi.

I nostri grandi Chef Enzo Barbetti, Francesco Abbatepaolo e Fabio Fiordiponti grazie al loro lavoro stanno ottenendo un grande successo fra tanti clienti che giornalmente scelgono pietanze umbre per pranzo e cena.

A impreziosire il tutto il gradito supporto dello Chef Marco Bistarelli, con la sua famosa carbonara, che tornerà a Milano nel nostro ristorante anche la settimana dal 13 al 18 ottobre, visto l’enorme successo che i suoi piatti hanno ricevuto.

Un sincero ringraziamento anche a tutta l’allegra combriccola dei “Mamma li Turchi”, che hanno allietato queste giornate di Expo con i loro canti e balli portando una ventata di gioia e allegria in tutta l’Esposizione e nel nostro staff.

Siamo quasi al termine di questo pazzo viaggio iniziato ad agosto in una torrida giornata di fine estate. Siamo arrivati in autunno e siamo pronti per lo slancio finale per chiudere in bellezza questa grande avventura di Milano.

L’Umbria in tavola

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*