Unipegaso

Una voce fuori dal coro, poca gente, poca Perugia, a #iodifendolaperugina

Perugia e la sua periferia arriva a contare più di 200 mila persone

Rsu Nestlé Perugina scrive al Presidente Sergio Mattarella e alla viceministra Bellanova

Una voce fuori dal coro, poca gente, poca Perugia, a #iodifendolaperugina

dal profilo Facebook
di Alessio Cavalieri
PERUGIA – Troppe aspettative forse. Ma questa mattina sono rimasto deluso. Un migliaio di persone all’iniziativa a sostegno della vertenza Perugina, contro la proposta di licenziamento di 340 lavoratori. Vedo commenti trionfalistici sulla partecipazione all’iniziativa. Alcuni sicuramente sinceri, altri puramente opportunistici.

Perugia per quello che ho vissuto stamattina in Piazza Matteotti non c’era. Ho preso il minimetro alle 9:30 a Pian di Massiano certo che avrei trovato un centro completamente invaso. E invece no. Niente di tutto ciò. Perugia vive nel suo individualismo, caratteriale sicuramente, ma ancor più accentuato anno dopo anno. Rinchiusi nei nostri piccoli orticelli troviamo ogni scusa per giudicare inutile un’iniziativa come quella di stamattina.

C’era la politica. Amministratori, segretari di partito. C’era il sindacato. C’erano rappresentanti di lavoratori di altre aziende in crisi. C’erano associazioni. Tante sigle, sicuramente.

Ma la gente. La società civile. Dove stava? Perugia e la sua periferia arriva a contare più di 200 mila persone. Ed eravamo in mille. Solamente 1000!!! Sarebbe comunque un discorso lungo da affrontare. Chiudo sollevando però un’altra mia amarezza nell’aver visto bandiere del Pd, Mdp, Sinistra Italiana, sventolare mischiandosi tra di loro.

Mancava Possibile, campo progressista, le infinite sigle ‘comuniste’ e la galassia di sinistra sarebbe stata completa. Quale credibilità possiamo avere nei confronti dei cittadini?

La società cambia ad una velocità altissima, e la politica continua nei suoi giochetti fatti anche qui di personalismi e di ricatti dimenticandosi di governare cambiamenti epocali che stanno trasformando la nostra quotidianità.

Perugia merita altro. L’Italia merita altro. Anche se poi mi chiedo cosa..visto che i cittadini, quando hanno l’occasione di dimostrarsi loro sensibili ai problemi, si girano dall’altra parte… Forse cercano semplicemente nella politica un’altra classe dirigente. E avendo vissuto in prima persona certe situazioni, forse c’è da pensare che sia vero anche questo…

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento su Una voce fuori dal coro, poca gente, poca Perugia, a #iodifendolaperugina

  1. Concordo sull’ individualismo…ed è per questo che dico:
    Location sbagliata, bisognava organizzare la manifestazione all’ Ipercoop , invitare qualche “attore” di fiction e convocare anche la D’Urso a parlare sul palco.
    Una notizia non esiste se non passa in Tv, non basta una manifestazione “una tantum” …tra poco c’è l’Eurochocolate, cosa faranno i Sindacati?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*