UMBRIA MOBILITA’, SINDACATI INCONTRANO GIUNTA E CONSIGLIO PROVINCIALI

Umbria Mobilità

umbria_mobilita(umbriajournal.com) PERUGIA – Il presidente della Provincia Marco Vinicio Guasticchi ha riferito ieri al Consiglio provinciale dell’incontro avvenuto il pomeriggio stesso con le rappresentanze sindacali di Umbria mobilità. “Insieme alla Giunta ed ai capogruppo consiliari abbiamo ribadito le cose già note al Consiglio – ha spiegato Guasticchi – ricordando i circa 4 milioni di euro del nostro Prestito ponte, cifra che ha consentito all’azienda di arrivare fino a qua, ricordando altresì l’impegno assunto, insieme agli altri soci, di corrispondere regolarmente le cifre necessarie e concordate. Abbiamo iniziato noi, poi è stato avviato un percorso virtuoso che permetterà di assorbire le perdite dell’azienda”. “Abbiamo anche dato ampie garanzie, volontà questa anche degli altri soci: con l’ingresso di altri partner non ci sarà una totale deregulation. Non dimentichiamo che c’è effettivamente una crisi effettiva di liquidità. Concludendo – ha aggiunto – le rappresentanze sindacali hanno preso coscienza del grande lavoro che la Provincia ha fatto nel campo della salvaguardia dell’azienda e dei lavoratori”. Numerosi gli interventi dei consiglieri. Il capogruppo del Prc Luca Baldelli ha aggiunto: “Si è trattato di una giornata animata, ma riconducendo la questione ad un sano dialogo tutto si è risolto”.

Il capogruppo del Socialisti riformisti Enrico Bastioli ha ribadito la presa di posizione positiva nei confronti della Provincia da parte dei sindacati, mentre il capogruppo del Pd Giampiero Rasimelli ha detto che bisognerà vigilare molto sul tema della mobilità, anche in vista del futuro della Provincia. Bruno Biagiotti del Pdl ha continuato ricordando che il tema della mobilità gira su due cardini: l’occupazione (e questa deve essere assolutamente tutelata) e una razionalizzazione del servizio. “Spero che tutto ciò si faccia presto” ha concluso. Massimiliano Capitani del Pd ha spiegato: “Il percorso è chiaro, bisogna individuare un serio partner industriale e razionalizzare il piano di bacino”. “La questione è molto complessa – ha concluso l’assessore competente Luciano Della Vecchia – ma vogliamo ribadire che la volontà attuale è quella di non consegnare la questione esclusivamente ad un partner finanziario, si aprirà un percorso di verifica. Noi e le altre amministrazioni ci stiamo dando da fare e molto per garantire l’occupazione”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*