Ugl Agroalimentare Umbria a Napoli per il Primo Maggio

Anche l’Ugl Agroalimentare Umbria, in persona del segretario provinciale Massimo Morelli ha partecipato alla festa del Primo maggio a Napoli, organizzata dalla federazione UGL. Numerosa l’affluenza da tutta Italia, ed ancora più coinvolto nel ritornare nella mia regione di origine ancora abbandonata a se stessa con il più alto tasso di dissoccupazione.

“Il problema non è quello di istituire un nuovo ministero per il Mezzogiorno, sono le politiche per il sud che il governo Renzi ha cancellato dal Def”.

Lo ha detto il segretario generale dell’Ugl, Francesco Paolo Capone, durante il comizio della manifestazione nazionale per il Primo Maggio Ugl nell’area di Bagnoli, Napoli, alla quale hanno partecipato 7000 persone.

Parole d’ordine: Lavoro, Tutele, Sud e Ambiente. “Nelle mille pagine del documento economico finanziario – ha aggiunto Capone – il Sud è nominato una sola volta, come la Corea. Il problema vero dunque è quello di una politica per il Sud piuttosto che annunci e l’istituzione di un nuovo ministero”.

“Oggi – ha notato – si inaugura l’Expo, manifestazione in cui l’Italia ha dimostrato tutte le contraddizioni di questa nazione, le stesse di Bagnoli. Perché le costruzioni non sono state finite e le figuracce fatte dall’Italia in termini di corruzione, di disorganizzazione, nessuno mai le cancellerà. Renzi sa fare solo le slide, le fa molto bene, ma poi viene smentito dai fatti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*