Thyssenkrupp, Amministratore Burelli, Ast è importante, ma non  asset strategico

possiamo confermare il nostro ottimismo sul futuro

Thyssenkrupp, Amministratore Burelli, Ast è importante, ma non  asset strategico

da Massimiliano Burelli,
Ad Acciai Speciali terni

TERNI – Da quando AST è tornata in Thyssenkrupp nel 2014, l’azionista ha sempre dichiarato che l’azienda è un’importante risorsa, con un grande potenziale, ma non costituisce un asset strategico per tk, come ribadito ieri dall’AD di Thyssenkrupp, Heinrich Hiesinger durante l’annuale conferenza stampa: questa è una valutazione che risale a più di tre anni e mezzo fa e si riferisce al ruolo della nostra Azienda all’interno di una visione strategica della thyssenkrupp.

Dal nostro punto di vista, nulla è  cambiato: siamo e rimaniamo una costola importante della Business Area Materials Services, e non rientriamo, come già comunicato, nella Joint Venture pianificata fra thyssenkrupp Steel Europe e Tata Steel Europe.

Posso soltanto quanto detto lo scorso 16 Ottobre ai Segretari  delle Organizzazioni Sindacali: disponiamo di importanti sinergie all’interno della nostra Business Area, da quando ne siamo entrati a fare parte, abbiamo cominciato a sviluppare un nuovo modello industriale, le nostre performance sono cresciute, mese dopo mese, ed Ast è tornata a fare utili. Da Aprile 2014 abbiamo contribuito in maniera costante alla crescita dell’EBIT, nonostante le difficili condizioni di mercato: la nostra ambizione è proseguire, per migliorare ulteriormente il ruolo ed il valore di AST.

Oggi possiamo confermare il nostro ottimismo sul futuro del sito di Terni.

Continuando con il nostro programma di miglioramento, potremo raggiungere i nostri obiettivi, diventeremo più competitivi sul mercato interno e sui mercati internazionali.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*