Primo soccorso, la Croce rossa formerà i tremila geometri umbri

Accordo tra la Cri Umbria e i Collegi dei geometri delle provincie di Perugia e Terni – Previsti anche corsi ‘Full D’ per la rianimazione cardiopolmonare e l’uso del defibrillatore

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – I docenti della Croce rossa italiana (Cri) erogheranno a 3mila geometri umbri corsi di formazione per il primo soccorso aziendale e ‘Full D’, cioè sulla rianimazione cardiopolmonare e sull’uso del defibrillatore in età adulta e pediatrica. È quanto prevede l’accordo sottoscritto dai presidenti dei Collegi dei geometri e geometri laureati delle provincie di Perugia e Terni, Enzo Tonzani e Alberto Diomedi, e il presidente del Comitato regionale Umbria della Cri, Paolo Scura. Alla firma del protocollo, avvenuta venerdì 3 marzo a Perugia, sono intervenuti anche Antonio Bartolini, assessore alla sanità della Regione Umbria, e Walter Orlandi, direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Perugia.

I commenti. “Il mondo dei geometri – ha detto Bartolini – è in prima linea per garantire la sicurezza nei cantieri e quasi sempre è un geometra il responsabile della sicurezza nel luogo di lavoro. L’accordo siglato oggi è, in questo senso, fondamentale ma è importante anche per la vita di tutti i giorni perché può capitare ovunque di incontrare persone che si sentano male senza che ci sia nessuno vicino in grado di prestare un primo aiuto”. “L’intesa – ha affermato Diomedi – persegue proprio queste due finalità: avere, come cittadini, cognizione di causa in una situazione d’emergenza e sapere cosa fare, in quanto responsabili di cantiere, nel caso di un incidente sul lavoro”. “Il cantiere – ha commentato Tonzani – è ancora oggi un luogo soggetto a rischi e il nostro impegno è rivolto proprio a invertire la tendenza. La formazione sul primo soccorso non deve perciò essere vista come qualcosa di insolito per la nostra categoria. Dovrebbe anzi essere estesa anche ad altre categorie professionali ed è quello che proporremo alla Rete delle professioni tecniche. È un modo per porsi al servizio della collettività”.

I corsi di formazione. In particolare i geometri si cimenteranno in lezioni teoriche e pratiche di 16 o 12 ore sul primo soccorso aziendale e di 5 ore ‘Full D’. “Questi ultimi – ha spiegato Scura – sono corsi particolari, ideati proprio dalla Croce rossa, che consentono di imparare la rianimazione non solo degli adulti ma anche dei bambini. Per ogni età e struttura fisica ci sono, infatti, specifiche modalità di soccorso e apposite manovre salvavita. Siamo molto soddisfatti di questa opportunità, la prima nel suo genere fornita a livello regionale”.

La collaborazione tra i collegi. Il protocollo è, infatti, frutto dell’intesa stretta recentemente tra i due collegi dei geometri umbri. “Da quasi due anni – ha specificato Tonzani – collaboriamo sui tutti i temi che ci interessano a livello regionale e ciò ci permette anche di dialogare insieme con la Regione, i suoi funzionari e dirigenti”. “Il coordinamento funziona a meraviglia – ha aggiunto Diomedi –. Soltanto unendo le forze si possono mettere in atto iniziative così importanti”.

Nicola Torrini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*