Piano industriale Ast, Sindacati, nulla di fatto, prossimo incontro 19 settembre

TERNI – ThyssenKrupp potrebbe non vendere in futuro l’Ast di Terni. E’ quanto sarebbe emerso oggi pomeriggio, nel corso del primo incontro al ministero dello Sviluppo economico per discutere del piano industriale dell’azienda, dopo il ritiro delle procedure di mobilità per 550 lavoratori. Erano presenti, tra gli altri, l’ad dell’Ast, Lucia Morselli, il dirigente del Mise Giampietro Castano, istituzioni locali dell’Umbria e rappresentanze sindacali di categoria.

Secondo un comunicato sindacale congiunto all’inizio della riunione il Mise ha comunicato l’esistenza di un tavolo specifico con Governo, Istituzioni locali e Azienda sui fattori localizzativi rispetto all’accordo di programma.

Nel corso dello stesso sono state esposti da parte dell’azienda dei dati relativi alle macroaree che costituiscono le voci di bilancio. Chiesti, da parte delle organizzazioni sindacali, approfondimenti specifici rispetto alle suddette voci ed in particolare su strategie commerciali, mercati di riferimento, politiche degli acquisti e dei prezzi, mix produttivi, volumi, investimenti, energia e futuro di tutte le produzioni presenti nel sito.

Parte di questi temi saranno oggetto di approfondimento in sede locale e utili a riprendere in modo più approfondito la discussione in sede ministeriale.

Il prossimo incontro fissato al Mise è per il giorno venerdì 19 settembre. Nelle giornate di domani e mercoledì proseguono le assemblee come da programma.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*