Primi d'Italia

Perugia, tute blu in sciopero per il contratto

Alte adesioni e presidi su tutto il territorio provinciale

Perugia, tute blu in sciopero per il contratto

Perugia, tute blu in sciopero per il contratto. Alte adesioni in tutta la provincia di Perugia allo sciopero di quattro ore dei metalmeccanici indetto da Fim, Fiom e Uilm per il rinnovo del contratto nazionale. I lavoratori hanno incrociato le braccia e dato vita a presidi, nonostante la pioggia, davanti alle principali realtà industriali del territorio. Circa 100 lavoratori hanno manifestato a Umbertide, nella zona industriale Madonna del Moro, sede di importanti aziende, in particolare dell’automotive e dell’indotto Fiat.

Qui e in tutta l’Alta Umbria lo sciopero ha fatto registrare adesioni molto consistenti, in particolare nei reparti produttivi (Metalmeccanica Tiberina 80%, Solfer 100%, Terex Operation Italy 100%, Nardi 80%, Aries 80%, Gamet 80%, Renzacci 70%). Sciopero pienamente riuscito anche nel distretto aerospaziale di Foligno e nelle industrie del Perugino. Dati significativi vengono dalla De Walt di Corciano (80%), Emu di Marsciano (70%), Polplastic di Marsciano (80%), Tomassini Style di Passignano (95%), Balcke Duerr di Perugia (70%).

“Anche oggi i metalmeccanici mandano un messaggio chiaro a Federmeccanica – è il commento di Fim, Fiom e Uilm – ci vuole un buon contratto per tutti e non solo per il 5% dei lavoratori, come propone l’associazione delle imprese. Quindi, si abbandonino le rigidità e si ascoltino le ragioni dei lavoratori e le richieste dei sindacati, aprendo finalmente un confronto vero per innovare le relazioni industriali e sottoscrivere un contratto per tutti i metalmeccanici”
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*