PERUGIA, SEU SERVIZIO EUROPA, LAVORO E STAGE RETRIBUITI PER TUTTI I 30 ALLIEVI

Silvia Costa, Alberto Naticchioni e allievi del Seu
Silvia Costa, Alberto Naticchioni e allievi del Seu
Silvia Costa, Alberto Naticchioni e allievi del Seu

(umbriajournal.com) PERUGIA – Hanno preso avvio tutti i trenta tirocini organizzati dal Seu-Servizio Europa nell’ambito dei due percorsi formativi in “Esperto per la progettazione europea per lo sviluppo economico locale” e in “Politiche e Diritto dell’Unione europea per le imprese”. Le esperienze di tirocinio, realizzate con il contributo del Fondo Sociale Europeo e della Regione Umbria, avranno una durata di sei mesi, con una retribuzione mensile. I trenta ragazzi che hanno preso parte ai Corsi potranno accrescere, in questo modo, le proprie competenze professionali.

Si conferma il fondamentale ruolo svolto dal “Seu” per i giovani umbri ai quali, grazie a tali esperienze, viene offerta una vera opportunità con l’augurio che possa rapidamente tradursi in concrete opportunità di lavoro e dare avvio a brillanti carriere. “Un sincero apprezzamento – sottolinea Alberto Naticchioni, amministratore Unico del Seu e della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica – a coloro che hanno offerto a questi giovani la possibilità di intraprendere un concreto percorso di formazione e pratica sul campo, confrontandosi sui temi chiave per il processo d’innovazione e competitività che coinvolge l’Umbria in Europa, soprattutto alla vigilia dell’avvio della nuova programmazione 2014-2020”.

“Un ringraziamento particolare – prosegue Naticchioni – va alla Regione Umbria, che ha creduto e continua a sostenere finanziariamente lo svolgimento di questi due progetti, e a Sviluppumbria che, in qualità di socio di riferimento del Seu dal 2010, ne promuove e incoraggia le attività di diffusione e di informazione sulle opportunità ed i programmi europei”. Il Seu–Servizio Europa si è impegnato con tutto il suo staff ad individuare diverse e prestigiose sedi di tirocinio, tra cui in Umbria: Legacoop, Brunello Cucinelli Spa, Urbani Tartufi, ConfCooperative, il Centro Estero Umbria e Landscape. In Italia: Agenzia per la Ricerca Europea di Roma (Apre), Rete di imprese Recite e Rete UniLab di Torino, T33 di Ancona, Metropoli (Azienda Speciale della Camera di Commercio) di Firenze, InEuropa di Modena, Fondazione Democenter – Sipe di Modena, Tecnostruttura delle Regioni per il Fondo Sociale Europeo di Roma, Fondazione Eni Mattei di Milano, Transcrime presso l’Università di Trento, Gea Coop di Padova.

In Europa: Unterallgàu Aktiv GmbH in Baviera, Geie Cecotti-interreg-IVC in Francia, ParagonEurope a Malta. A Bruxelles: CNR, Europe for Business, UnionCamere, ParagonEurope, Studio Legale Bonelli Erede e Pappalardo Associati e Metagroup. Il Seu ha inoltre deciso di programmare ulteriori attività formative ed informative da tenere a partire dal prossimo mese.

In particolare, a novembre è in programma il seminario “L’Europa che verrà: le politiche per lo sviluppo ed il lavoro”, organizzato insieme alla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica in collaborazione con l’Anci Umbria. Sarà l’occasione per approfondire temi centrali delle politiche europee di crescita e rilancio dell’economia e di sviluppo di strumenti anche innovativi per stimolare l’occupazione e l’adattamento delle risorse umane ai mutamenti e tendenze del mercato del lavoro alla vigilia del prossimo avvio della programmazione comunitaria 2014–2020.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*