PERUGIA, LAVORO: SEMINARIO CONCLUSIVO PER TRENTA ALLIEVI DEL “SEU”

Albero Naticchioni, Davide Ficola, Fabio Maccarelli
Albero Naticchioni, Davide Ficola, Fabio Maccarelli
Albero Naticchioni, Davide Ficola, Fabio Maccarelli

(umbriajournal.com) PERUGIA – Ha approfondito tematiche relative alla salute e alla sicurezza nei luoghi di lavoro il seminario che ha concluso i due progetti formativi di  “esperto per la progettazione europea per lo sviluppo economico locale e in politiche e diritto dell’Unione europea per le imprese”, realizzati a Villa Umbra dal Servizio Europa (SEU) con il contributo del Fondo Sociale Europeo e della Regione Umbria. L’iniziativa, ha consentito ai partecipanti di acquisire le competenze necessarie per svolgere, a partire dal mese di ottobre,  stage finalizzati ad accrescere le proprie competenze professionali ed avviarsi verso concrete opportunità lavorative in ambito locale, nazionale ed europeo.

In apertura dell’incontro l’amministratore unico del SEU e della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, Alberto Naticchioni, ha rivolto “un sincero apprezzamento a coloro che hanno offerto ai trenta giovani coinvolti nell’iter di formazione, la possibilità di intraprendere un concreto percorso di approfondimento delle conoscenze e pratica sul campo confrontandosi sui temi chiave per il processo d’innovazione e competitività che coinvolge l’Umbria in Europa, soprattutto alla vigilia dell’avvio della nuova programmazione 2014-2020. Si conferma così, il ruolo svolto dal SEU per i giovani della nostra regione rappresentando per essi una vera opportunità di crescita professionale”.

I percorsi formativi sono stati rivolti a giovani laureati disoccupati specializzati in discipline giuridiche, economiche, politiche ed agrarie. I progetti hanno avuto ciascuno una durata di 400 ore di formazione in aula, presso Villa Umbra, con il contributo di esperti e docenti provenienti dai vari settori di attività dell’Unione Europea.

Il SEU si è impegnato con tutto il suo Staff ad individuare diverse sedi di tirocinio, tra cui in Umbria: Legacoop, Brunello Cucinelli SPA, Urbani Tartufi, ConfCooperative, il Centro Estero Umbria e Landscape, mentre sul territorio nazionale le sedi preselte sono l’Agenzia per la Ricerca Europea di Roma (APRE), Rete di imprese Recite di Torino, T33 di Ancona, Metropoli (Azienda Speciale della Camera di Commercio) di Firenze, InEuropa di Modena, Tecnostruttura delle Regioni per il fondo Sociale Europeo di Roma, Fondazione Eni Mattei di Milano, Transcrime di Trento, Gea Coop di Padova.

In Europa: Unterallgàu Aktiv GmbH in Baviera, Geiececotti-interreg-IVC in Francia. A Bruxelles: CNR, Europe for Business, UnionCamere, ParagonEurope, Studio Legale Bonelli Erede e Pappalardo Associati. A partire dal mese di ottobre il SEU ha programmato ulteriori attività formative ed informative: in particolar modo saranno approfonditi i temi legati alla ricerca e all’innovazione, alla cultura, al turismo, all’agenda digitale europea. Verranno altresì programmate attività utili alla Pubblica amministrazione per raggiungere efficienza, tempistica certa e trasparenza così come indicato dalla commissione europea per la gestione dei fondi europei legati alla programmazione 2014 – 2020.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*