PERUGIA, EX PISELLI: TEMPO SCADUTO PER IL RAMO BISCOTTI

cgil(umbriajournal.com) PIERANTONIO – La Cgil chiede il rispetto degli accordi e la riassunzione di tutti i lavoratori Ancora tanta incertezza sul futuro della Nuova Unibread di Pierantonio, ramo biscotti della ex Piselli. L’accordo sindacale siglato lo scorso dicembre prevedeva infatti la riassunzione di tutto il personale (75 unità) entro la fine del mese di luglio 2013. Ma ad oggi, sottolinea la Flai Cgil dell’Umbria, sono ancora decine i lavoratori che restano fuori dal ciclo produttivo. “Siamo alla scadenza di un accordo che definisce il futuro occupazionale dei lavoratori e ancora sono troppe le incertezze e le incongruità rispetto al percorso che avevamo tracciato insieme – afferma la Flai Cgil dell’Umbria – ma la pazienza dei lavoratori e del sindacato non è infinita, pertanto richiamiamo alle proprie responsabilità tutti i soggetti coinvolti, l’azienda, le istituzioni, Sviluppumbria e il curatore fallimentare.

 

Ognuno per la sua parte – prosegue il sindacato – devono lavorare per portare a compimento una vertenza lunga e complessa e per garantire la continuità produttiva e occupazionale a tutti i lavoratori del ramo biscotti. Ricordiamo – conclude la Flai – che in questa vertenza i lavoratori hanno sempre mantenuto un comportamento responsabile e hanno consentito, lavorando per alcuni mesi in autogestione, di non chiudere la fabbrica. Pertanto, oggi è necessario toccare con mano la volontà, da parte di tutti, di dare continuità a questo percorso, non gettando all’aria i grandi sforzi compiuti”. Intanto, la prossima settimana si terrà l’assemblea con tutti i lavoratori di Nuova Unibread per fare il punto della situazione e decidere insieme il percorso da seguire, “senza speculazioni e fughe in avanti – afferma ancora la Flai – ma con la serietà e la trasparenza che ha sempre contraddistinto il confronto sindacale alla ex Piselli”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*