Pensioni, sindacati in piazza a Perugia con Susanna Camusso

Camusso ha chiesto al governo di “aprire in fretta il confronto sulle pensioni”

Pensioni, sindacati in piazza a Perugia con Susanna Camusso

Pensioni, sindacati in piazza a Perugia con Susanna Camusso

“Sulle pensioni non pensino che ci fermeremo, saremo come la goccia che scava la roccia”: con queste parole Susanna Camusso ha concluso oggi pomeriggio (1 marzo) la manifestazione di Cgil, Cisl e Uil in piazza Italia a Perugia con la quale i tre sindacati hanno voluto rimettere sotto i riflettori la questione pensioni, sulla quale “le tante promesse del governo – ha detto il segretario generale della Cgil – non sono state mantenute”.

Camusso, ha quindi chiesto al governo di “aprire in fretta il confronto sulle pensioni”, in assenza del quale “continueremo ad essere nelle piazze e a portare avanti la mobilitazione”. Da segnalare anche il messaggio di solidarietà rivolto ai lavoratori della Perugina, oggi in sciopero, e a quelli della Polizia Provinciale di Perugia, che da diversi giorni stanno occupando la sala del Consiglio.

La manifestazione di Perugia, davanti a diverse centinaia di lavoratori, pensionati e studenti, ha visto, oltre a quello di Camusso, gli interventi di Francesco Ciurnella, segretario generale della Uilp Uil, di Filippo Ciavaglia, segretario generale della Cgil di Perugia e di Ulderico Sbarra, segretario generale della Cisl dell’Umbria. Interventi che hanno sottolineato come anche nella regione siano molto pesanti ed evidenti gli effetti della riforma Fornero, così come è forte la preoccupazione per i possibili effetti di interventi sulle pensioni di reversibilità, che in Umbria interessano un numero molto consistente, soprattutto di donne.

Pensioni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*