Festa “Primo maggio”, Regione Umbria prioritario impegno il lavoro

FESTAdelLAVOROprimoMAGGIO(umbriajournal.com) PERUGIA – Da sempre il Primo Maggio oltre ad essere la Festa del lavoro e dei lavoratori, rappresenta un importante momento di riflessione sui diritti e sulle opportunità per creare e dare nuove prospettive al lavoro. Per la Presidenza della Regione Umbria, ciò è ancor più necessario oggi, dopo che in questi ultimi anni più gravi sono state e permangono le difficoltà in cui versano molte aziende, con moltissimi lavoratori in cassa integrazione, in mobilità, o addirittura fuori da ogni copertura di ammortizzatori sociali, con un sempre crescente numero di disoccupati, soprattutto giovani.

Questo, rileva il rappresentante regionale, non può che far dedicare la giornata di oggi agli impegni da assumere per sostenere tutte quelle iniziative che possano favorire la crescita e le prospettive per più occupazione, in Umbria come nel Paese. Al tempo stesso, si rileva, scorrono di fronte a noi le immagini delle vertenze di importanti aziende umbre, dalla Ex Merloni, alla Ims e Isotta Fraschini di Spoleto, al Polo Chimico, alla Sgl Carbon e alla Bayer di Terni, per citarne alcune, ma anche la difficile situazione di tante piccole e medie aziende, o la sorte di grandi gruppi industriali come la Nestlè e l’Ast.

Un impegno diretto, per il rappresentante regionale, va dunque a sostegno di queste situazioni, ma anche a quegli strumenti che con coraggio a livello nazionale si pongono l’obiettivo – come nel caso di “Garanzia giovani” – di creare prospettive concrete per l’occupazione, a partire da quella giovanile.

Per la Presidenza della Regione Umbria, non va però dimenticato che in questa grave crisi economica i costi maggiori vengono pagati dalle donne che da sempre hanno più difficoltà a trovare lavoro, ad avere una occupazione stabile e anche con minori prospettive di carriera e minore retribuzione. In questa giornata, quindi, non può che assumere una primaria rilevanza nell’agenda della politica e delle istituzioni l’impegno sul lavoro e per il lavoro, in Umbria ed in Italia; questa è la grande questione anche in Europa e per il suo stesso futuro. Alle organizzazioni sindacali, il rappresentante regionale rivolge un pensiero particolare, perché grazie al loro impegno, alla loro azione, nel nostro Paese e nella nostra regione i diritti dei lavoratori vengono tutelati e salvaguardati, così come il ruolo del sindacato è di fondamentale importanza per la qualità e la sicurezza del lavoro. Un pensiero viene rivolto, infine, a tutti quei lavoratori, sia del settore privato che di quello pubblico, come sanità, trasporti, ordine pubblico e dei servizi essenziali in genere che proprio in questa giornata lavorano per assicurare a tutti i cittadini il regolare funzionamento dei servizi pubblici.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*