Ex Novelli, Galgano (CI): bene incontro al Mise. Si rispetti piano investimenti

Ex Novelli, Galgano (CI): bene nuovo incontro al Mise. Si rispetti piano investimenti
Adriana Galgano

Ex Novelli, vorrei ricordare che il Gruppo è stato ceduto alla Alimentitaliani srl al prezzo simbolico di un euro alla perché era l’unica soluzione che permettesse di salvaguardare l’occupazione. Tanto che i sindacati hanno sottoscritto tale cessione proprio per questo. Ora, apprendiamo che su 460 lavoratori totali impiegati alla ex Novelli, sarebbero 220 quelli tagliati. Ci auguriamo che tutto ciò precluda almeno ad un piano di rilancio che, ovviamente, può avvenire soltanto se si realizzano gli investimenti previsti dall’accordo sottoscritto al Mise. Ben venga, quindi, il nuovo incontro al Ministero e presenteremo un’altra interrogazione per seguire l’evoluzione del caso”. Così Adriana Galgano, deputata di Civici e Innovatori, ha replicato al sottosegretario al Mise, Antonio Gentile discutendo la sua interrogazione sul monitoraggio del Piano di investimenti presentato dalla nuova proprietà della ex Novelli.

Gentile, dopo aver riassunto i punti principali dell’accordo sottoscritto al Ministero, ha assicurato che il governo continuerà a monitorarne l’applicazione ed ha annunciato la convocazione di un nuovo incontro con le parti e la curatela fallimentare per seguire l’evoluzione della richiesta di revoca della cessione forzata alla Alimentitaliani srl. Nelle scorse settimane, infatti, il tribunale di Terni ha dichiarato il fallimento del gruppo Novelli: la richiesta era stata presentata dalla precedente proprietà.

“Ora, però – ha detto ancora Galgano – vorremmo sapere destinazione ed impiego dei 30 milioni di investimenti che Alimentitaliani si è impegnata ad attuare presso gli stabilimenti ex Novelli. Piano che, è invece, fondamentale che si realizzi se si vuole rilanciare la ex Novelli tutelando l’occupazione”.

L’accordo proposto dalla famiglia Greco, poi sottoscritto al Mise e approvato dai lavoratori, prevede investimenti per oltre 30 milioni di euro da effettuare sugli stabilimenti del gruppo Novelli nei prossimi tre anni per ammodernare gli allevamenti e le linee di panificazione e produzione. Inoltre si annunciano la reintroduzione della produzione del pet food e la stipula di accordi con la grande distribuzione per la vendita di surgelati.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*