Europa e occupazione, quaranta giovani protagonisti nella ricerca di lavoro

Protagonisti nella ricerca di lavoro, consapevoli degli strumenti e delle opportunità che le istituzioni, a partire da quella Europea, mettono loro a disposizione. Quaranta giovani umbri e altrettanti irlandesi sono stati coinvolti nel progetto “Y- AIDE” (Youth Active Interaction and Discussion on Employment), mirato a rafforzare il sentimento di cittadinanza europea, sviluppare attività di partecipazione alla vita democratica e spirito di iniziativa.

I partner italiani, Provincia di Perugia attraverso l’Ufficio progetti europei nazionali e trasnazionali e Consorzio Tucep, hanno presentato questa mattina i risultati del progetto, della durata di 15 mesi, finanziato dalla Commissione Europea – Agenzia Nazionale Giovani, nell’ambito del programma comunitario “Gioventù in Azione”. Un progetto che per tutto il 2014 e i primi tre mesi del 2015 ha coinvolto un’ottantina di giovani tra l’Italia e l’Irlanda in una serie di attività finalizzate “a dare l’opportunità di interagire e partecipare alla costruzione di un’Europa coesa, parlando di lavoro e occupazione, temi principali per la realizzazione di una vera e propria integrazione europea”.

Si è partiti con dei seminari preliminari nazionali per informare i partecipanti sulle politiche e le opportunità dell’Unione europea nel settore dell’occupazione e del mercato del lavoro. Incontri che hanno consentito ai partecipanti di avere una migliore comprensione delle istituzioni europee, del loro funzionamento e di come il processo di “costruzione europea” incida sulla loro vita quotidiana.

Ai seminari sono seguiti dei panel nazionali, ovvero dei momenti di discussione in seno ai quali sono nati proposte e suggerimenti individuali e collettivi per migliorare l’occupazione ed il mercato del lavoro in Europa. Si è inoltre dato vita ad un confronto on-line per favorire lo scambio tra i giovani e gli esperti sulle tematiche del lavoro e della partecipazione attiva dei giovani alla comunità europea. Ha completato il percorso dei 15 mesi un sondaggio di opinione lanciato sul sito del progetto per consentire ai cittadini di votare per le proposte che ritengono più valide per la promozione e lo sviluppo dell’occupazione e del mercato del lavoro in Europa.

Proposte che, a chiusura del progetto, saranno sottoposte all’attenzione dell’Agenzia nazionale giovani e della Commissione Europea. Per Damiana Raschi, dell’Ufficio progetti europei della Provincia di Perugia, “Y-Aide” ha senz’altro contribuito alla conoscenza e divulgazione del piano “Garanzia Giovani” che a livello provinciale ha già dato importanti risultati (4.000 giovani presi in carico e 3.500 misure assegnate).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*