Esternalizzazione magazzino Grifo Latte, Cgil: “Non lo accetteremo”

PONTE SAN GIOVANNI – Non accettiamo e non accetteremo mai l’esternalizzazione del magazzino di Ponte San Giovanni della Grifo Latte. Ma attenzione, la nostra non è certo una posizione corporativa. Si tratta piuttosto della “conditio sine qua non” per salvaguardare la Grifo Latte nella sua integrità. Il che significa valorizzare un marchio di qualità, difendere il lavoro rappresentato da oltre 200 lavoratori diretti oltre l’indotto, difendere le produzioni lattiero-casearie dell’Umbria.

Per questo è importante la presa di posizione di Confagricoltura Umbria e sarebbe auspicabile un altrettanto chiara dichiarazione da parte della Cia, mentre ci sembra difficile che altrettanta chiarezza venga dal versante Coldiretti, vista l’evidente sovrapposizione di ruoli.

Il sindacato dei lavoratori intende costruire e rafforzare una relazione con i produttori di latte umbri, perché gli interessi sono largamente comuni, in difesa del lavoro e delle produzioni. In questa direzione auspichiamo che la Regione dell’Umbria esprima posizioni meno blande, ma più chiare e nette in difesa di un marchio di qualità quale è Grifo Latte. Proprio per questo, eventuali tagli che dovrebbero agevolare il compito del grande produttore che dovrebbe arrivare sarebbero ancora più incomprensibili e inaccettabili, non capiamo e non condividiamo l’ipotesi di “shopping” sulle spalle dei lavoratori e produttori umbri.

[box type=”note” ]In sintesi, alla vigilia di ferragosto, il sindacato e i lavoratori umbri mandano questo avviso ai naviganti: giù le mani dalla Grifo Latte.[/box]
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*