AST-TK, lodo del governo, tedeschi ritirano mobilità

Il lodo del Governo, proposto dal Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, dal Vice Ministro Claudio De Vincenti e dalla Sottosegretaria al Lavoro Teresa Bellanova- d’intesa con le Istituzioni territoriali- ha sbloccato nella notte, dopo una trattativa durata oltre 15 ore, la vertenza relativa all’impianto AST-ThyssenKrupp di Terni.

Al termine della fitta serie di incontri su tavoli separati che ha coinvolto sindacati e Istituzioni locali (la Regione Umbria con la Presidente Catiuscia Marini, la Provincia di Terni con il Presidente Feliciano Polli, il Sindaco Leopoldo Di Girolamo), le parti hanno sottoscritto la proposta del Governo.

Il ministro Guidi ha ringraziato le parti per l’impegno volto a togliere dal tavolo le pregiudiziali che avevano reso difficile la prosecuzione del confronto. “Grazie all’impegno di tutti, ha aggiunto il ministro, sarà adesso possibile ricercare un accordo sulla base del lodo del Governo affinché l’AST torni ad essere competitiva sui mercati salvaguardando al massimo l’occupazione”.

I vertici della multinazionale tedesca hanno pertanto accettato di ritirare la procedura di mobilità attivata lo scorso primo agosto e si sono impegnati a non avviare altre iniziative unilaterali in conflitto con i contratti di secondo livello applicati fino al 4 ottobre. A fronte di questo impegno, i sindacati hanno assicurato che fino al 4 ottobre non avvieranno iniziative unilaterali conflittuali su materia oggetto di confronto tra le parti.

Un mese di tempo, quindi, per discutere il piano industriale presentato da AST-ThyssenKrupp a luglio. Il confronto si svilupperà sulla base di un fitto calendario di incontri, definito dalle parti, con l’obiettivo di arrivare a un’intesa entro il 4 ottobre.

Gli incontri si svolgeranno presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Il primo è già in programma per lunedì 8 settembre.

Un incontro di verifica generale è stato fissato per il prossimo 29 settembre.

Il Governo eserciterà una attiva azione di monitoraggio per l’intera durata del confronto.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*