Ast, Sassoli Pd: “Verificare coerenza fra piano industriale e impegni assunti”

Parigi, Sassoli (PD)

David-Sassoli“La mobilitazione sulla Ast di Terni ha già prodotto un risultato importante: il Governo ha chiesto di riscrivere il piano industriale e gli atti unilaterali sono stati congelati. Ora inizia il percorso più importante: mettere al centro del piano la salvaguardia dei posti di lavoro e la protezione di un sito industriale strategico per l’industria italiana”. È quanto dichiarato da David Sassoli, vicepresidente del Parlamento europeo, a margine dell’incontro di questa mattina fra una delegazione sindacale e il Commissario europeo all’Industria Ferdinando Nelli Feroci.

“Il Commissario Nelli Feroci – ha aggiunto – si è impegnato a verificare, con il vicepresidente della Commissione Joaquín Almunia, che le misure annunciate dalla Thyssen non siano in violazione con gli impegni assunti quando il gruppo tedesco ha rilevato l’acciaieria”.

Sassoli ha concluso parlando di un piano di azione a livello europeo “su due versanti: creare un tavolo interistituzionale previsto dal Piano per la siderurgia europea e consentire alla Commissione Europea di precisare meglio gli attori che possono partecipare al rilancio, alla ristrutturazione e, qualora se ne vedesse la necessità, all’acquisto di un’azienda sana e importante che costituisce il 20 per cento del PIL della regione Umbria”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*