Torgiano, i sindacati criticano la gestione del personale comunale

Torgiano

Intervento di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl a seguito dell’assemblea generale dei lavoratori – “L’intera struttura amministrativa dell’ente sta andando in tilt”

(umbriajournal.com) by Avi News TORGIANO – Critiche alla gestione del personale da parte dell’amministrazione comunale di Torgiano arrivano dalle segreterie provinciali perugine di Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl che parlano di “poco lungimirante gestione del personale, messa in campo negli ultimi anni” che “sta mandando in tilt l’intera struttura amministrativa dell’ente”. “Scelte legate a una preoccupante disorganizzazione – commenta anche il segretario organizzativo di Uil Fpl Perugia Umbria Maurizio Molinari, al termine dell’assemblea generale dei dipendenti comunali di Torgiano – e del tutto incomprensibili nell’ottica di una buona amministrazione stanno conducendo alla creazione di potenziali disservizi e risposte carenti all’utenza, agevolando così l’esternalizzazione di molti servizi”.

“Dalla riunione – specificano le organizzazioni sindacali –, è emersa forte preoccupazione. La causa è da rintracciarsi nei continui trasferimenti e nelle rotazioni e rimodulazioni interne del personale. Il tutto portato avanti in maniera autoritaria dall’amministrazione comunale, senza logica e razionalità e senza il minimo confronto con i lavoratori e i sindacati”.

“Il personale dell’ente – riportano da Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl – ha comunque assicurato il massimo impegno per rispondere alle sempre più crescenti esigenze dei cittadini. I lavoratori sono avvolti e travolti, insieme a loro, dall’eccessiva burocratizzazione della pubblica amministrazione e da assurde scelte organizzative”. Secondo i sindacati “questa politica del personale, che vede oltretutto ancora non pagate le spettanze del salario accessorio relativamente al lavoro svolto per gli anni 2014 e 2015, a fronte di costi invece sostenuti per soggetti e ditte esterne, potrebbe sfociare, per la prima volta nel comune di Torgiano, in iniziative sindacali volte alla tutela del posto di lavoro, della dignità dei lavoratori, della loro indiscussa professionalità ma, soprattutto, volte a una futura gestione trasparente e imparziale dei servizi per i cittadini tutti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*