Progettazione europea, Villa Umbra scommette sulle opportunità per il territorio

Finanziamenti europei, Villa Umbra fa scuola sulle opportunità per il territorio

Progettazione europea, Villa Umbra scommette sulle opportunità per il territorio
PERUGIA – Si apre domani, 31 marzo, il corso “I finanziamenti europei: progettare nella nuova programmazione 2014-2020”, presentato dall’Università degli Studi di Perugia, in collaborazione con la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, e finanziato nell’ambito del progetto “Valore P.A” promosso dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

Il corso, coordinato scientificamente da Roberto Cippitani, Ricercatore di Diritto Privato presso l’Università degli Studi di Perugia – Dipartimento di Medicina Sperimentale, ospitato a Macerata grazie anche alla collaborazione con la Provincia di Macerata, si inserisce nel percorso “macroregione”, finalizzato alla costruzione di una cooperazione anche a livello formativo sulle tematiche di interesse comune, ed è uno dei percorsi formativi organizzati dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica allo scopo di rafforzare le competenze professionali di progettazione e gestione relativamente ai contributi europei.

Per rispondere al fabbisogno formativo che deriva dalle molteplici opportunità offerte dall’Unione europea la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica sta predisponendo, avvalendosi della consolidata collaborazione con il SEU Servizio Europa, la progettazione e realizzazione di attività di formazione ponendo al centro della sua policy, secondo le finalità previste dalla Legge istitutiva numero 24 del 2008, la programmazione europea e l’informazione sulle opportunità di investimento contenute nei documenti programmatici della Regione Umbria e nei programmi tematici a finanziamento diretto della Commissione europea.

Per il 2017 sono previsti numerosi momenti formativi sul tema della programmazione europea 2014-2020.

I momenti formativi previsti hanno l’obiettivo di far conoscere le opportunità europee per favorire la partecipazione di enti locali, imprese e organizzazioni del terzo settore ai prossimi bandi previsti. Si tratterà di percorsi rivolti a specifici utenti, a settori tematici e al rafforzamento di competenze in merito alla progettazione e gestione.

Moduli formativi sulle opportunità europee per l’anno 2017

I percorsi formativi proposti sulle opportunità europee saranno strutturati in moduli didattici di breve e di media durata per favorirne una migliore fruizione da parte dei partecipanti in base alla loro esperienza nei diversi settori. Tra le attività formative in cantiere:

  • Il percorso sull’europrogettazione, IX Edizione del corso sui finanziamenti europei. Sulla base del successo dei precedenti corsi verrà presentato il nuovo corso di 60 ore finalizzato a fornire gli strumenti di base per promuovere la conoscenza delle nuove opportunità relative alla programmazione 2014-2020;
  • Le opportunità europee a gestione diretta per gli Enti Locali. Prevista una giornata dedicata alle prossime scadenze dei programmi a gestione diretta allo scopo di favorire una adeguata programmazione degli Enti;
  • La gestione e rendicontazione di progetti comunitari. Si tratta di due giornate intensive dedicate alla gestione amministrativa e rendicontazione di progetti transnazionali;

Giornate a tema e laboratori

Saranno inoltre previste giornate su specifici temi legati a cultura, ambiente, imprese e politiche sociali. I corsi tematici saranno strutturati prevedendo l’illustrazione delle opportunità seguite da un successivo approfondimento della tematica attraverso un laboratorio progettuale che potrà variare tra una o due giornate. I temi affrontati nello specifico saranno i seguenti:

  • Ambiente – Corso rivolto agli operatori del settore ambiente per conoscere il prossimo bando per l’ambiente Life. Il corso consentirà di conoscere da vicino il prossimo bando e approfondire insieme le propri idee progettuali rispetto al bando stesso;
  • Beni culturali e Industria creativa – Corso rivolto alla presentazione del programma culturale Europa Creativa. Sarà dato spazio anche all’illustrazione dei programmi di Cooperazione territoriale che sostengono anch’essi progetti finalizzati alla valorizzazione dei beni culturali. Sarà inoltre prevista una illustrazione sulle modalità di partecipazione al Fondo di Garanzia per le imprese attive nel settore culturale e creativo;
  • Politiche Sociali – Corso dedicato al programma sui Diritti e la Cittadinanza con bandi previsti a fine anno. Saranno inoltre illustrate le opportunità relative al tema sociale sostenuti da altri programmi (es. Erasmus e/o Easi);

Corsi rivolti a target specifici

Anche i corsi rivolti a target specifici saranno strutturati in due moduli: il primo di presentazione delle opportunità e il secondo in forma di laboratorio progettuale per approfondire le modalità operative dei bandi affrontati. I target individuati sono i seguenti:

  • Scuola – Corso rivolto alle scuole per conoscere le opportunità di partecipazione: mobilità e partenariati strategici previsti dal programma Erasmus Plus;
  • Enti, pubblici e privati, che operano con i migranti – Opportunità legate al tema della migrazione. Lettura trasversale dei diversi programmi europei a gestione diretta per individuare dove l’Europa sostiene progetti rivolti ai migranti, rifugiati e richiedenti asilo;
  • PMI – Illustrazione delle opportunità europee rivolte alle imprese durante il 2017. Horizon, COSME, Europa Creativa: come informarsi e come partecipare;

La Scuola per la realizzazione di queste attività si avvarrà di esperti e docenti con significativa esperienza in questi settori provenienti da istituzioni scientifiche, università, pubblica amministrazione, società e strutture di consulenza sia nazionali sia europee.

Workshop a Bruxelles

In primavera, dal 30 maggio a 1 giugno, è in programmazione anche l’organizzazione di un workshop a Bruxelles presso le Istituzioni europee riservato ai partecipanti dei corsi realizzati in materia di europrogettazione da SEU e Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica.

L’iniziativa rappresenterà l’occasione per avviare un valido confronto con i diversi responsabili della Commissione europea e delle altre Istituzioni approfondendo diversi temi dell’attualità politica europea dei programmi di finanziamento dell’Unione europea.

In particolare, il programma della full immersion, prevede interventi riferiti a strumenti e opportunità di finanziamento nel settore dell’energia, innovazione sociale, immigrazione, cultura, ambiente con un approccio hands on alla progettazione, a partire dall’analisi di alcuni casi pratici. Altri temi che saranno discussi potranno riguardare la futura politica di coesione sulla quale già le Istituzioni europee stanno lavorando e lo sviluppo delle regioni europee ed il ruolo dell’Umbria in questo scenario.

L’appuntamento potrà essere anche l’occasione per costruire relazioni e scambiare esperienze con una folta comunità di professionisti che, dopo essersi formati a Perugia presso Villa Umbra grazie ai corsi organizzati dal SEU, vivono e lavorano a Bruxelles presso prestigiose sedi pubbliche e private.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*