PERUGIA, PARIESICURI, 80 STUDENTI DEL LICEO “PIERALLI”

studenti____PERUGIA – Promuovere un approccio e un pensiero critico volto a contrastare gli stereotipi, diffondere una cultura dei diritti, riflettere su ruoli, aspettative sociali, formative, professionali e lavorative di donne e uomini, nonché  sviluppare una consapevolezza diffusa sull’importanza della sicurezza nel lavoro e nella vita, con particolare attenzione ai rischi psico-sociali. E’ con questi  obiettivi che, venerdì 7 marzo con il  primo Seminario, partirà il Progetto “ParieSicuri: lavoro, stereotipi e pari opportunità” promosso dalla Consigliera di Parità della Provincia di Perugia, Gemma Paola Bracco e  dall’INAIL di Perugia.

 

Sostenitori dell’iniziativa sono anche gli Assessorati alle Pari Opportunità, della Provincia e del Comune di Perugia. Il Progetto, rivolto a tre classi quarte – circa 80 studenti – del Liceo Statale A. Pieralli di Perugia, prevede due seminari formativi, il primo, quello del 7 marzo, dal titolo “La costruzione sociale del genere”, il secondo dal titolo “Labora-mente: lavoro e salute psico/fisica” previsto per il 13 marzo prossimo a cura dell’Inail di Perugia. Gli studenti approfondiranno in classe con i propri docenti, la Prof.ssa Maria Antonietta Aucone ed il Prof. Antonello Penna, le tematiche  del progetto e al termine del percorso formativo saranno coinvolti in un concorso, che avrà come oggetto un elaborato sugli argomenti trattati. All’incontro del 7 marzo, tenuto dalla Prof.ssa Giuseppina Bonerba dell’Università degli Studi di Perugia, che porterà  i ragazzi a riflettere, anche attraverso delle vere e proprie esercitazioni, sugli stereotipi di genere e su come donne e uomini vengono rappresentati dai media, interverrà anche la Consigliera di Parità della Provincia di Perugia, Gemma Paola Bracco. “Ritengo importante – spiega la Consigliera Bracco – diffondere nei giovani una cultura dei diritti, l’unica capace di prevenire tutte le forme di discriminazione.

 

E’ fondamentale attivare tutti quei percorsi utili alla rimozione degli ostacoli che ancora si frappongono alla realizzazione della parità sostanziale, alle libere e consapevoli scelte di ragazze e ragazzi, in sintonia con le loro attitudini ed aspirazioni, al riparo dai condizionamenti ambientali ed educativi, dai pregiudizi e dagli stereotipi. Per tutte queste ragioni ho inteso promuovere tale Progetto in collaborazione con l’Inail, in linea con quell’operare fruttuoso che da anni abbiamo collaudato. Credo necessario inoltre presentare il ruolo e le funzioni della Consigliera di Parità, figura istituzionale importante ma purtroppo ancora poco conosciuta, da me rappresentata a livello provinciale. In tale ottica, afferma il direttore della Sede Inail di Perugia, Alessandra Ligi, – “La collaborazione tra figure istituzionali, anche per confrontarsi con realtà come quelle della scuola, costituisce un’opportunità importante per far conoscere ai giovani il volto umano delle Istituzioni, diffondendo nel contempo la conoscenza dei ruoli e delle funzioni.” ”E’ importante per noi – continua – promuovere tra i giovani una riflessione sulle tematiche della sicurezza sul lavoro e più in generale nei luoghi di vita quotidiana, perché cambi l’approccio mentale verso tali argomenti e “la sicurezza” si trasformi in uno stile di vita che preservi le giovani generazioni dalle conseguenze drammatiche che possono derivare da infortuni, verificatisi per mancato rispetto delle norme, distrazione, superficialità, convinzione di avere ogni situazione sotto controllo, stanchezza, stress, utilizzo di sostanze vietate, abuso di alcolici e tante altre situazioni di pericolo”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*