Perugia, Comenius, il progetto europeo arriva all’ITET

comeniusPERUGIA, 10 aprile – Oggi seconda giornata presso l’Aula Magna dell’ITET “Capitini–V.EmanueleII–DiCambio” del Meeting italiano del Progetto COMENIUS “We all smile in the same language”, Intercultural Dialogue for an Active Citizenship Education (ETHIC), dedicato al dialogo interculturale e alla cittadinanza attiva.

Due giorni di lavoro per gli studenti dell’I.T.E.T. e oltre 70 delegati del progetto Comenius provenienti da 9 differenti paesi europei: Italia, Germania, Lettonia, Slovenia, Romania, Croazia, Cipro, Turchia, Polonia.

Il progetto, finanziato dai fondi europei Comenius dedicati alla scuola, coinvolge un partenariato multilaterale scolastico composto da 10 istituti di scuole secondarie superiori e prevede mobilità per studenti e docenti.

Sono previsti otto incontri tra i partner nell’arco di due anni, da agosto 2013 a giugno 2015, ciò permetterà di svolgere un lavoro accurato e in totale coinvolgerà tra studenti e docenti: 800/900 persone, numero decisamente maggiore rispetto ad altri progetti europei che, spesso, prevedono solo scambi tra classi.

Il Meeting organizzato dall’ITET di Perugia è denso di appuntamenti, tutti ruotanti intorno al tema centrale della cittadinanza attiva, alcune sessioni sono dedicate allo studio e all’analisi di questionari somministrati a ragazzi tra 14 e 20 anni nelle le scuole coinvolte; ad una prima esamina dei dati rilevati si evidenzia quanti pochi ragazzi conoscono in modo approfondito le opportunità europee, circa 60% non percepiscono l’importanza di essere cittadini attivi e solo una piccola percentuale intorno al 7% si occupa di volontariato.

Alla sessione di apertura attese tutte le Istituzioni locali: W. Boccali Sindaco di Perugia, G. Paciullo Università per stranieri, A. Colasanti Fondazione Perugia-Assisi, D. Porzi Provincia di Perugia, D. Petruzzo Ufficio scolastico regionale e la Preside dell’Istituto Isabella Giovagnoni, e nella giornata di giovedì gli ospiti saranno ricevuti in Regione per il saluto dall’assessore C. Casciari.

Per i pomeriggi e le serate sono invece state organizzate attività più giocose, l’associazione TAMAT conduce un gioco di ruolo sulla cittadinanza attiva, poi merenda con le tradizioni culinarie umbre e cena con i rappresentanti della Provincia presso l’Università dei Sapori.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*