Nido bilingue alla Montessori intitolazione a Lidia Celi a Perugia

La passione di Lidia per il metodo Montessori è iniziata come mamma di un bambino

Nido bilingue alla Montessori intitolazione a Lidia Celi a Perugia

Nido bilingue alla Montessori intitolazione a Lidia Celi a Perugia

PERUGIA – Venerdì 27 ottobre, alle 17.00, Il Nido Bilingue del Centro Internazionale M. Montessori di Perugia, con una cerimonia sobria ma intensa, sarà intitolato a Lidia Panserani Celi, allieva diretta di Maria Montessori, scomparsa lo scorso dicembre. La passione di Lidia per il metodo Montessori è iniziata come mamma di un bambino che rifiutava i tempi e i metodi della scuola materna tradizionale, un bambino che voleva scegliere prepotentemente le attività cui dedicarsi a scuola e che quando questa sua volontà veniva assecondata, otteneva ottimi risultati.

Per questo motivo la madre si è avvicinata al metodo montessoriano, quel metodo ancora oggi riconosciuto così valido, da essere in vetta alle preferenze dei genitori di tutto il mondo. La passione di Lidia l’ha portata a formarsi, a diventare educatrice prima, formatrice per insegnanti poi ed infine Direttrice del Centro Educativo Maria Montessori di Roma.

Così l’ha ricordata il presidente del Centro Internazionale M. Montessori Luciano Mazzetti, che proprio a lei ha voluto intitolare il Nido Bilinguee dedicare la cerimonia organizzata in collaborazione con il Centro Studi Adele Costa Gnocchi. “A Lidia il Centro deve tanto. Durante tutti questi anni ci è stata vicino con il consiglio sempre saggio e profondo, con l’incoraggiamento ed il sostegno.

A me riesce difficile separare concetti e sentimenti in quanto a Lidia mi lega un affetto antico e profondo e ancora oggi, in queste aule, di fronte ai nostri bambini, sento il fruscìo delle sue parole e la forza del suo pensiero.”

Nel corso della cerimonia, oltre a Luciano Mazzetti, che farà da padrone di casa, ci saranno Alessandra Pecci, ex direttrice della scuola della Banca d’Italia, Tommaso Ragnisco, artista e sceneggiatore, Stefania Rossi Barilozzi direttrice del Centro di Studi Adele Costa Gnocchi e Lucio Lombardi, direttore della Fondazione Chiaravalle.

Sarà previsto anche uno spazio dedicato ad un contributo di Talita de Almeida, la donna che ha portato il metodo Montessori nel sud America e che è anche fondatrice di una delle più importanti associazioni montessoriane a livello mondiale (Abemn.d.r.)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*