ITTS VOLTA, GRAN SUCCESSO PER LA FIERA DEGLI STUDENTI DI ELETTRONICA

Rita Coccia e Paolo Vescarelli al taglio del nastro
Rita Coccia e Paolo Vescarelli al taglio del nastro
Rita Coccia e Paolo Vescarelli al taglio del nastro

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – “Start Up Itts 18 Idee”. È questo il titolo dell’evento, organizzato dall’Istituto tecnico tecnologico Alessandro Volta di Piscille, a Perugia, che si è tenuto nella mattinata di mercoledì 2 aprile, durante il quale gli studenti delle classi terza, quarta e quinta della sezione A, dell’indirizzo di elettronica, hanno mostrato i progetti realizzati nell’ambito del corso di studi. Suddivisi in gruppi, i ragazzi hanno simulato di essere organizzati in tante piccole aziende, esponendo al pubblico, nella palestra dell’istituto, i 18 lavori, creati con il coordinamento di Paolo Vescarelli, insegnante di elettronica, in quella che è stata una sorta di ‘fiera di settore’ con stand espositivi. Tra i progetti degli alunni, realizzati non solo con le risorse della scuola, ma anche attraverso una propria disponibilità personale, si è passati dal separatore di biglie colorate, utile in ambito industriale, all’amplificatore per chitarra a valvole, utilizzabile per avere un suono morbido e corposo, fino all’invenzione di un piccolo robot che funziona seguendo un raggio di luce ed è applicabile ai carrelli del supermercato per farsi accompagnare durante la spesa. Ma non solo, alcuni ragazzi hanno costruito una sorta di mano bionica che potrebbe avere risvolti utili nell’uso delle protesi. Inoltre, come vere e proprie imprese, gli studenti, hanno realizzato anche siti e blog aziendali provvedendo, in taluni casi, anche alla creazione di biglietti da visita.

All’iniziativa, oltre alla dirigente della scuola, Rita Coccia, che ha eseguito il taglio del nastro, hanno partecipato Anna Martellotti, professoressa del dipartimento di matematica delegata dal rettore dell’Università degli Studi di Perugia per l’orientamento delle scuole superiori, Oscar Proietti dei sistemi formativi Confindustria Umbria, e alcuni rappresentanti di aziende come Med Store, Nestlè ed Energia Focus. “Attraverso questa mostra di idee abbiamo voluto valorizzare il percorso dei nostri studenti – ha asserito Rita Coccia –, facendoli affacciare al mondo del lavoro. I progetti presentati, infatti, potranno essere in futuro oggetto di interesse da parte delle aziende”. “Tengo a precisare – ha spiegato Paolo Vescarelli – che i ragazzi hanno lavorato in autonomia, seguendo i propri interessi e le proprie curiosità, presentando i progetti come se fossero dei brevetti elettronici”. “I lavori – ha affermato Ubaldo Luciani, responsabile educational del Gruppo Med Store – sono eccezionali. Spero che grazie alla nostra strumentazione, gli studenti abbiano un importante supporto didattico e di apprendimento per un futuro migliore”. “Gli studenti dell’Itts Volta, che è l’istituto capofila per il corso di meccatronica– ha dichiarato Proietti –, sono dei potenziali allievi per l’Istituto tecnico superiore nuove tecnologie per il made in Italy Umbria, una scuola biennale post-diploma molto professionalizzante che in Italia esiste da solo 3 anni e che forma i ragazzi dandogli un ingresso privilegiato al mondo del lavoro. Il primo biennio di meccatronica si è concluso, infatti, con il 70 per cento di occupazione”. Inoltre, erano presenti rappresentanti dell’Ordine dei periti, alcuni professori delle scuole medie e i genitori dei ragazzi coinvolti.

 

Cristina Biondi

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*