ITTS VOLTA E CNR IRI PER IL FUTURO DEL MONITORAGGIO IDROGEOLOGICO

da sx Rita Coccia, Fausto Guzzetti, Gianni Fiorucci
da sx Rita Coccia, Fausto Guzzetti, Gianni Fiorucci
da sx Rita Coccia, Fausto Guzzetti, Gianni Fiorucci

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – “Un esercizio eseguito non solo a scopo didattico ma per fini lavorativi può essere molto più stimolante per gli studenti”. Nelle parole di Monia El Assl, studentessa della V I dell’Istituto tecnico tecnologico Alessandro Volta di Perugia, tutta l’essenza di una nuova iniziativa della scuola di Piscille. Un progetto che ha fatto dialogare, dall’ottobre 2012, circa 25 allievi con gli esperti dell’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irpi) al fine di sviluppare servizi web volti al reperimento e alla diffusione di informazioni connesse, appunto, agli eventi idrogeologici. I primi risultati di questa collaborazione sono stati illustrati, sabato 8 marzo, nel corso di una giornata di studio che ha visto presenti Rita Coccia e Gianni Fiorucci, rispettivamente dirigente scolastico e docente coordinatore del progetto per Itts Volta, Fausto Guzzetti, Paola Salvati e Vinicio Balducci per il Cnr-Irpi. “Abbiamo stipulato una convenzione con l’Irpi – ha spiegato il professor Fiorucci – e fatto la nostra parte nel progetto, sviluppando una metodologia didattica che ponesse al centro dell’azione gli studenti. Abbiamo cioè messo l’attenzione sul processo formativo per giungere poi alla realizzazione di un prodotto effettivamente utilizzabile e funzionale. Da qui proseguiremo nel percorso”. “Come istituto – ha aggiunto Guzzetti – ci occupiamo di dissesto idrogeologico. Una delle operazioni fondamentali per mitigare l’azione di questi fenomeni naturali è la conoscenza,  per cui non c’era di meglio che appoggiarsi ad un istituto scolastico e agli studenti. I risultati di questa prima tornata sono stati per noi decisamente soddisfacenti, i ragazzi hanno partecipato fattivamente, hanno accettato la sfida e sviluppato software e conoscenza sul tema con noi. Andremo sicuramente avanti”. Tre, infatti, i lavori degli studenti che hanno portato poi allo sviluppo di strumenti atti all’obiettivo finale del progetto. In particolare, “Realtà aumentata: puntualizzazione di informazioni correlate a dissesti idrogeologici in un area geolocalizzata da un device mobile” di Andrea Bianchini, Giulio Gargaglia e Diego Rosati, “Data entry: archiviazione di previsioni meteorologiche euristiche” di Gabriele Braconi e Michele Ferracci, “Firme morfometriche: interfaccia per la consultazione firme morfometriche frane” di Ruslan Vasyunin, Mattia Polticchia e Monia El Assl. “Questo progetto ci ha permesso di collaborare con il Cnr – ha commentato Monia El Assl – allo scopo di mettere noi studenti all’interno di un contesto lavorativo. Per me è stato molto interessante, un’opportunità unica per mettere sul campo le mie conoscenze, competenze e capacità come studentessa ma anche come ipotetica lavoratrice”.

Durante l’incontro, infine, un piccolo spazio è stato dedicato alla Fondazione PerugiAssisi 2019 che, nella persona di Giulia Paciello, responsabile dei progetti scuola dell’ente, ha illustrato il programma “SchooLab 2019”. “SchooLab – ha spiegato Paciello – è un progetto trasversale e parallelo ai temi della candidatura a capitale europea della cultura 2019 e interessa tutte le scuole del territorio. I progetti selezionati verranno affiancati a quelli presentati da altri soggetti e altre istituzioni fuori e dentro l’area d’interesse”.

 

Maria Cristina Costanza

 

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*