‘Gli ordini religiosi cavallereschi a Città di Castello’, presentato il nono quaderno del ‘Franchetti-Salviani’

Progetto editoriale dell’indirizzo Costruzione ambiente territorio del polo tecnico tifernate – Evento in collaborazione con Collegio dei geometri di Perugia e amministrazione comunale

(umbriajournal.com) by Avi News CITTÀ DI CASTELLO – Si è tenuta alla sala conferenze della Fattoria autonoma tabacchi di Città di Castello, la presentazione del nono quaderno della collana ‘Architettura & territorio’ dedicato a ‘Gli ordini religiosi cavallereschi a Città di Castello’. Si tratta di un progetto editoriale dell’indirizzo Costruzione ambiente e territorio del polo tecnico tifernate ‘Franchetti-Salviani’ che, raccogliendo i lavori sviluppati dagli studenti nel corso degli anni, intende valorizzare il patrimonio storico e architettonico dell’Alta Valle del Tevere.

I relatori. L’iniziativa, organizzata in collaborazione con l’amministrazione comunale, il Collegio dei geometri e geometri laureati della provincia di Perugia e l’Associazione geometri Alto Tevere, è stata introdotta dalla docente Valeria Vaccari e dal presidente del Collegio Enzo Tonzani. “Il Collegio dei geometri – ha commentato Tonzani – vuole, con simili collaborazioni, dimostrare la sua vicinanza ai ragazzi che scelgono questo indirizzo formativo ma anche il suo impegno nella promozione e tutela del territorio in cui opera. Per questo diamo la nostra piena disponibilità ad approfondire gli studi proposti”. Il volume è stato presentato dal professore Giovani Cangi e dagli stessi studenti dell’indirizzo Costruzione ambiente e territorio i quali hanno illustrato sotto il profilo storico, culturale e architettonico le caratteristiche e il ruolo degli ordini cavallereschi, dedicando un ampio approfondimento alle vicende legate alla loro presenza nel territorio tifernate. A coordinare i lavori è stato Michele Bettarelli, assessore alla cultura del Comune di Città di Castello. Al termine dell’incontro si è svolta una visita guidata alla chiesa della Carità e alla Rotonda medievale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*