Efficientamento energetico in 130 partecipanti al seminario a Villa Umbra

Il nuovo conto termico 2.0 prevede, per un condizionatore a pompa di calore o caldaia a condensazione, due tipi di aiuti

Efficientamento energetico in 130 partecipanti al seminario a Villa Umbra

Oltre 130 partecipanti al seminario svolto questa mattina, 6 giugno, a villa. La giornata, conclusa con l’intervento di Fernanda Cecchini, Assessore Agricoltura, Energia, Ambiente, Cultura della Regione Umbria, è stata organizzata dalla Scuola Umbra Di Amministrazione Pubblica, Gestore Servizi Energetici (GSE) e Regione Umbria per illustrare le novità, entrate in vigore il 31 maggio scorso,  del nuovo conto termico 2.0 rivolto a enti pubblici, imprese e cittadini.

“La Scuola organizza costantemente iniziative per tenere aggiornate le PA – ha dichiarato in apertura dei lavori Alberto Naticchioni, Amministratore Unico Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica – ma questa volta ha voluto dare il proprio contributo nell’illustrare una grande opportunità offerta alle PA, ai cittadini ed imprese dal GSE e regione Umbria attraverso il conto termico 2.0 e bando regionale. La numero partecipazione – ha concluso Naticchioni – dimostra il grande interesse per l’argomento”.

“Vorrei ringraziare gli organizzatori di questo evento che ha un taglio molto operativo, infatti sono presenti esperti in efficienza del GSE che illustreranno gli aspetti tecnici del conto termico ed il funzionamento del portale, perché vogliamo che il sito sia l’ingresso per tutti coloro voglia avvicinarsi all’efficientamento energetico” – ha dichiarato Antonio Negri, Direttore Efficienza energetica, GSE – “che riguarda il nuovo conto termico entrato in vigore da pochi giorni. Il GSE ha aperto il portale” – ha ribadito Negri – “per ricevere le nuove richieste perché siamo convinti che questa misura rappresenti una grande opportunità per i cittadini, le imprese e la Pubblica amministrazione”.

“L’efficienza energetica è la nostra sfida del futuro, il 40percento dell’energia prodotta viene consumata da edifici pubblici e privati” – ha dichiarato Andrea Monsignori, dirigente servizio energia, qualità dell’ambiente, rifiuti e attività estrattive della Regione Umbria – “quindi prima di tutto è importante ridurre il consumo energetico, tramite l’efficientamento energetico. Per la pubblica amministrazione umbra la Regione utilizzerà ed utilizzerà risorse comunitaria con bandi che prevedono incentivi a favore degli enti pubblici fino al 90percento delle spesa ammissibili, grazie anche ai contributi dello Stato. Oggi in questo seminario sono state illustrate tutte quelle che sono le regole per poter accedere sia ai contributi dello stato sia ai contributi della Regione Umbria”. Il nuovo conto termico 2.0 prevede, per chi vuol installare in casa un condizionatore a pompa di calore di ultima generazione, od una caldaia a condensazione, due tipi di aiuti.

Il primo è fiscale, cioè la possibilità di detrarre dal reddito in 10 anni fino al 65% della spesa. Il secondo, alternativo al primo, è monetario. Ciò significa che il Gse contribuisce,  con un aiuto in contanti, sempre fino al 65% di quanto speso. Il progetto prevede che saranno destino in tutto 200 milioni per le amministrazioni pubbliche e settecento milioni l’anno per i privati.

Più precisamente l’incentivo coprirà fino al 65% della spesa in base all’efficienza dell’impianto che viene installato. Fino a 5 mila euro il pagamento avverrà in un’unica soluzione in un tempo molto rapido, tra i due e i sei mesi. Per i progetti più complessi e di importi più rilevanti, il pagamento sarà invece a rate in un periodo tra i 2 e i 5 anni.

Il Conto termico è integrato dal Regolamento regionale del 29 luglio 2011 che regolamenta la realizzazione dei relativi impianti in modo da non pregiudicare irreversibilmente l’integrità e la peculiarità del paesaggio regionale, individuando le aree non idonee alla realizzazione dell’impianti per lo sfruttamento dell’energia da fonti rinnovabili, nel rispetto dei criteri stabiliti dalle Linee guida nazionali. Nella mattinata sono intervenuti Filippo Marcelli, GSE sul Conto Termico 2.0, sulle novità per la PA; Maria Ruggiero, Servizio Energia Regione Umbria, ha approfondito il bando regionale a favore degli enti pubblici: opportunità di finanziamento integrata al conto termico 2.0 e Manuela Maliardo, GSE ha presentato Portaltermico”, le nuove funzionalità e le modalità operative per la presentazione delle domande della PA.  Hanno aperto la sessione pomeridiana Ciro Becchetti, Direttore Agricoltura, Energia, Ambiente, Cultura della Regione Umbria e Antonio Negri, Direttore Efficienza energetica, GSE.

Le relazioni della seconda fase sono state tenute da Filippo Marcelli, GSE che si è occupato delle novità, per le imprese e i cittadini, del Conto Termico 2.0; sempre Manuela Maliardo, GSE ha presentato “Portaltermico”, focalizzando il suo intervento sulle nuove funzionalità e le modalità operative per la presentazione delle domande di imprese e cittadini.

 

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*