INTERNAZIONALIZZAZIONE: CNA UMBRIA GUIDA UNA MISSIONE DI IMPRENDITORI IN BRASILE

brasile(umbriajournal.com) PERUGIA – Dieci le imprese delle reti nei settori dell’arredo casa, alimentare, edilizia e meccanica che hanno partecipato agli incontri
Tre settimane fitte d’impegni quelle trascorse dagli imprenditori della Cna nello stato brasiliano di Goiàs in una missione esplorativa autofinanziata, organizzata da Promexport Umbria srl (società della Cna Umbria, ndr), volta all’individuazione di nuovi mercati per le imprese umbre organizzate in rete. Stabiliti importanti contatti per la concretizzazione di partnership imprenditoriali in settori che spaziano dall’edilizia all’arredo casa, dall’alimentare alla meccanica di precisione, cui presto si aggiungerà il tessile. Prevista per novembre una nuova missione, mentre si è già al lavoro per organizzare un’iniziativa di incoming rivolta a imprenditori brasiliani che verranno in Italia a visitare le aziende umbre.
“Nei mesi scorsi, grazie alla collaborazione di operatori specializzati nel mercato brasiliano, abbiamo individuato lo stato di Goiàs come quello maggiormente interessante per le nostre imprese – ha dichiarato Francesco Vestrelli, responsabile per Cna Umbria dell’area “Internazionalizzazione” -. Si tratta, infatti, dello stato brasiliano che sta ottenendo la più alta percentuale di crescita economica nel Paese, con una fortissima capacità di attrazione di investimenti esteri in vari settori. Abbiamo potuto constatare sul posto le grandi possibilità che possono aprirsi per le imprese umbre organizzate in cluster e reti, non solo per quel che riguarda l’esportazione di prodotti o la realizzazione di opere in loco, ma anche in termini di partnership funzionali al trasferimento di tecnologie. Il Goiàs si sta dotando di una struttura logistica che la renderà a breve indipendente sia da San Paolo che da Rio de Janeiro, con la realizzazione di aree industriali organizzate già ora in “piastra”, cui seguirà la costruzione di uno scalo aereo commerciale e la dislocazione nel distretto di alcune facoltà universitarie a carattere tecnologico”. Numerosi gli incontri svolti con le imprese locali, con le istituzioni, con le associazioni imprenditoriali, con i sindacati della distribuzione. All’attivo ci sono già alcuni accordi di massima che nei prossimi mesi verranno perfezionati e attuati.
“Tra gli altri è stato stipulato un accordo che potrà consentire ai prodotti umbri di essere distribuiti nelle principali catene di negozi brasiliani, a prezzi molto competitivi con i maggiori marchi italiani – afferma Ugo Natalini, presidente della rete di imprese “Umbria Food&Beverage”.
Positivi anche i contatti avuti dalle imprese del settore delle costruzioni raggruppate nel consorzio Consystem, funzionali all’acquisizione di commesse per la realizzazione di opere nello stato di Goiàs, in pieno fermento edilizio.
“Una prospettiva importante si apre per le imprese meccaniche di precisione – ha affermato Giampaolo Cicioni, della rete della meccanica -. Il nostro know how è una merce preziosa per un’industria come quella brasiliana in forte crescita, soprattutto in alcuni settori tecnologici”.
Molto vivo anche l’interesse per tutti i prodotti del settore arredo casa e, più in generale, del made in Italy dei vari settori. Giuseppe Vanghetti, titolare di un’impresa che realizza arredi in alluminio per ristoranti e alberghi, ha stabilito contatti promettenti visto il forte sviluppo del settore turistico in Brasile.
“Crediamo che la strada da percorrere sia questa – conclude Vestrelli -: organizzare le imprese in reti e cluster per affrontare mercati così vasti e competitivi; accorciare le filiere stringendo contatti diretti; stabilire partnership che valorizzino i saperi dei nostri imprenditori. I risultati fin qui raggiunti ci stanno dando ampiamente ragione”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*