Inps, indennità di disoccupazione ai collaboratori coordinati e continuativi

INPS
INPS

ROMA – Via libera al meccanismo per poter ottenere la nuova indennità di disoccupazione riservata ai lavoratori collaboratori, denominata “DIS-COLL”. Con la circolare n.83, pubblicata il 27 aprile, l’Inps chiarisce le modalità e i tempi per poterla chiedere e ottenere.

La circolare fa riferimento al Decreto legislativo n. 22/2015 – che dispone il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati – e, in particolare, all’art. 15 che istituisce la disciplina della nuova indennità di disoccupazione mensile denominata DIS-COLL per gli eventi di cessazione dal lavoro verificatisi a decorrere dal 1° gennaio 2015.

La misura è rivolta ai collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, iscritti in via esclusiva alla gestione separata presso l’Inps, non pensionati e privi di partita IVA, che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione.

La circolare, inoltre, precisa che – per gestire le cessazioni del rapporto di lavoro intervenute dal 1° gennaio 2015 alla data di pubblicazione della circolare – il termine di 68 giorni per la presentazione della domanda decorre dalla data di pubblicazione della circolare: in questo caso l’ultimo giorno utile per la presentazione è il 4 luglio 2015 (68 giorni a partire dal 27 aprile).

Si comunica infine che il servizio per la presentazione telematica della domanda di DIS-COLL sarà messo in linea l’11 maggio 2015. Fino a tale data l’Istituto accetterà le domande, provenienti da parte del cittadino o degli Enti di Patronato, in forma cartacea.

Gli interessati potranno scaricare l’apposito modulo disponibile sul sito www.inps.it nella sezione “Moduli” > “Prestazioni a sostegno del reddito”, e presentarlo direttamente, o per il tramite di un Ente di Patronato, alla propria Sede Inps oppure inviarlo tramite PEC indirizzata alla Struttura Inps territoriale competente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*