Industria Meccanica: Massimo Calderini confermato Presidente della Sezione di Confindustria Umbria

Formazione ed Industria 4.0 saranno i temi dominanti dell’attività della Sezione dell’Industria Meccanica di Confindustria Umbria

Industria Meccanica: Massimo Calderini confermato Presidente della Sezione di Confindustria Umbria PERUGIA – Formazione ed Industria 4.0 saranno i temi dominanti dell’attività della Sezione dell’Industria Meccanica di Confindustria Umbria, un comparto trainante e radicato dell’economia regionale. Nei giorni scorsi Massimo Calderini, manager dell’Acciai Speciali Terni, è stato confermato, dall’assemblea delle aziende associate, alla guida della Sezione che conta 270 imprese operanti nel comparto della metalmeccanica e della installazione di impianti, quasi 14 mila occupati e un fatturato di oltre 4 miliardi di euro. Vice presidente della Sezione Meccanica sarà Pietro Tacconi delle Fonderie e Officine Meccaniche Tacconi di Santa Maria degli Angeli.

All’assemblea della Sezione Meccanica è stato ospite Stefano Franchi, direttore generale di Federmeccanica che ha illustrato agli imprenditori presenti i tratti salienti del contratto collettivo di lavoro dei metalmeccanici sottoscritto di recente al termine di un percorso negoziale durato più di un anno. “Si tratta di un vero e proprio rinnovamento non soltanto dal punto di vista normativo – ha spiegato Franchi – ma anche sul piano culturale, una soluzione equilibrata, che risponde alle esigenze delle imprese e che soddisfa i bisogni dei lavoratori. Si avvia una nuova fase di collaborazione superando ogni divisione. Questo è l’inizio della via italiana alla partecipazione”.

Nell’illustrare il programma di mandato, Calderini si è soffermato con particolare attenzione sui temi legati alla formazione. “Ormai da molto tempo – ha aggiunto – collaboriamo con gli istituti tecnici del territorio per contribuire alla didattica e incidere sull’orientamento”. Per quanto riguarda la formazione post diploma, Calderini ha ribadito il pieno supporto all’Istituto Tecnico Superiore – Its Umbria, la scuola di specializzazione post-diploma, finanziata dal Miur e dalla Regione Umbria, nata con il compito di contribuire alla diffusione della cultura tecnica e formare i giovani sulla base dei fabbisogni di competenze espressi dalle imprese. Le stesse imprese, che condividono i programmi didattici, hanno poi la possibilità di ospitare gli allievi in stage anche al fine, in caso di necessità, di valutarne un’eventuale assunzione.

A illustrare le novità proposte da Its Umbria per il prossimo biennio è stato il presidente della Fondazione Its Giuseppe Cioffi. “Per il prossimo biennio 2017/19 – ha chiarito Cioffi – abbiamo ritenuto utile organizzare un percorso formativo volto alla preparazione dei ragazzi alla conoscenza e all’uso del processo operativo Bim utilizzato dall’intera filiera delle costruzioni. Il Bim è un processo innovativo che, attraverso la digitalizzazione dell’industria delle costruzioni, potrà consentire di migliorarne efficacia ed efficienza e dunque la redditività. Gli allievi che termineranno il corso ITS saranno operatori BIM ovvero in grado di conoscere le modalità del nuovo processo operativo, conoscere le basi del funzionamento dei sistemi e processi costruttivi ed esperti di software specifici di settore”.

“Le imprese del comparto meccanico – ha concluso Calderini – sono state tra le prime a contribuire allo sviluppo del percorso formativo nell’ambito della Meccatronica. Oggi molti ex allievi di Its Umbria sono impegnati con piena soddisfazione nelle nostre imprese. Siamo convinti che l’Umbria possa trarre enorme giovamento dall’implementazione corretta di Industria 4.0 e compensare i suoi strutturali punti di debolezza, a partire dalla bassa produttività. Questo aspetto per noi è decisivo perché la bassa produttività è il nodo più critico del nostro settore industriale. Tra le prime iniziative abbiamo intenzione di programmare delle visite aziendali presso quelle imprese che sono più avanti nell’attuazione dei processi legati a Industria 4.0”

COMPONENTI CONSIGLIO DIRETTIVO SEZIONE MECCANICA

PRESIDENTE

Massimo Calderini – Acciai Speciali Terni

VICE PRESIDENTE

Pietro Tacconi – Fonderie e Officine Meccaniche Tacconi

RAPPRESENTANTE PICCOLA INDUSTRIA

Anna Rita Galletti – Officine Meccaniche Galletti-S.i.co.ma

CONSIGLIERI

Antonio Alunni – Fucine Umbre

Massimo Balducci – Co.Te.M.I. .

Lorenza Bianchini – Bianchini Infissi

Floriano Bussetti – Sammi

Riccardo Concetti – Concetti

Andrea Fioretti – Oft Officine di Trevi

Paolo Gandin – Balcke Duerr Italiana
Michele Ginobri – Meccanotecnica Umbra

Paolo Maccabei – Umbra Motor

Massimo Marotta – Dewalt Industrial Tools

Francesca Orsini Federici – Angelantoni Industrie

Marcello Pennicchi – Faist Componenti

Roberto Pernazza – Pernazza Group

Giovanni Posati – Coiben

Elena Proietti – Erreppi

Sergio Spadoni – Spadoni Meccanica

Gino Timpani – Konig Metall Gt

Americo Timotei – Timotei Officine Meccanice-Timotei Sistemi Anticaduta

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*