In tanti al Consorzio agrario Perugia per scoprire le novità del settore

La cooperativa ha 20 sedi e 40 dipendenti in Umbria e fattura 50 milioni di euro l’anno – All’open day presentate le nuove mietitrebbie Fendt di cui il Consorzio è esclusivista umbro

(Avi News) – Perugia, 14 ott. – È stata soprattutto l’occasione per presentare le novità del settore e, in particolar modo, le nuove mietitrebbie Fendt, il porte aperte organizzato dal Consorzio agrario di Perugia, nella sede centrale di Ponte San Giovanni, martedì 13 ottobre. Una giornata di confronto e conoscenza ma anche di festa e convivialità, con tanto di musica e rinfresco, a cui hanno partecipato tanti agricoltori provenienti da tutta l’Umbria.

I presenti. Tra gli intervenuti anche Fernanda Cecchini, assessore alle politiche agricole e agroalimentari della Regione Umbria, Michele Fioroni, assessore allo sviluppo economico del Comune di Perugia, e Albano Agabiti, presidente di Coldiretti Umbria. A riceverli Carlo Catanossi e Mario Conti, rispettivamente presidente e direttore del Consorzio. “Per il secondo anno consecutivo – ha ricordato Catanossi – ci apriamo ai nostri clienti e amici per mostrare loro ciò che siamo e quello che facciamo e per passare un pomeriggio insieme, in serenità”.

Mietitrebbie Fendt. “In particolare – ha aggiunto Conti –, simili iniziative ci permettono di far conoscere agli imprenditori quelli che sono i nostri punti d’eccellenza. Quest’anno, per esempio, nel settore delle macchine agricole, stiamo lanciando un nuovo prodotto: le mietitrebbie. Il Consorzio è stato infatti individuato come partner del gruppo Agco ed esclusivista regionale di un importante marchio come Fendt”. Un aspetto significativo, questo della meccanizzazione in campo agricolo, ma non l’unico sui cui è incentrata l’attività del Consorzio agrario di Perugia.

I servizi del Consorzio. “Offriamo servizi a 360 gradi – ha spiegato Catanossi –. Dallo stoccaggio dei cereali alla fornitura dei mezzi tecnici, fino alla trasformazione di alcune delle principali colture come l’oliva. Siamo molto attenti alle esigenze dei clienti ma anche alle indicazioni che arrivano dalla programmazione regionale. Il nuovo Psr per l’Umbria è appena partito e punta molto sull’innovazione, non solo meccanica. Noi siamo pronti”. Il Consorzio, nelle venti agenzie periferiche distribuite in tutto il territorio regionale, offre inoltre assistenza tecnico-agricola riguardante concimi, antiparassitari, sementi e veterinaria, strutture industriali a supporto delle produzioni agricole e servizi di tecnologia ambientale. Fornisce poi materie utili per l’agricoltura e sementi. “Siamo una società cooperativa – ha sottolineato Conti – con un fatturato di circa 50 milioni di euro l’anno, quaranta dipendenti e una trentina di agenti con deposito a disposizione sul territorio”. “La grande attenzione che i nostri clienti ci rivolgono, e anche in questa giornata – ha concluso Catanossi –, ci dà la conferma di essere tra le imprese umbre maggiormente all’avanguardia in campo agricolo”.

Nicola Torrini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*