Golosaria a Milano, attenzione per aziende luoghi terremotati

oltre 300 espositori, 10 cucine di strada, 90 eventi nei tre giorni della manifestazione

Golosaria a Milano, attenzione per aziende luoghi terremotati  da Gino Goti MILANO – Non poteva mancare l’Umbria a Golosaria 2016, l’11^ Rassegna enogastronomica ideata da Paolo Massobrio con numeri interessanti per operatori e pubblico: oltre 300 espositori, 10 cucine di strada, 90 eventi nei tre giorni della manifestazione dal 5 al 7 novembre in una ampia esposizione con assaggio delle creazioni dei migliori “artigiani del gusto”. Paolo Massobrio, nell’aprire lo spazio “Dedicato a Giorgio Onesti…” per la premiazione ai 200 artigiani del gusto selezionati in Italia, ha ricordato una per una tutte le aziende delle zone terremotate di Umbria, Marche e Lazio di fronte a un pubblico di oltre 500 visitatori che ha tributato un lungo applauso alle aziende “terremotate” ma idealmente presenti nel cuore e nei pensieri di tutti.

A questo proposito Massobrio ha annunciato l’iniziativa “Cena in ComPagnia” per creare, almeno fino a tutto il mese di marzo 2017, una vasta sensibilizzazione rispetto ad alcuni obiettivi che in vari modi (fisicamente e commercialmente) sono stati colpiti dal terremoto in Centro Italia. Tra i 200 “artigiani del gusto” e unica premiata per l’Umbria l’Azienda “I Lupatelli, salumieri in Perugia”, presente con Giancarlo e Luca a rappresentare la famiglia insieme con i loro più stretti collaboratori. “E’ una grande soddisfazione – ha detto Giancarlo Lupatelli – essere a fianco degli altri 199 artigiani del gusto sparsi in tutto il territorio nazionale”.

lupatelli-a-golosaria-2016-003-medium“L’Azienda I Lupatelli – ha detto l’organizzatore, il giornalista Paolo Massobrio – rappresenta aver salvato una tradizione. Se vai in Umbria e cerchi la distinzione, l’Azienda Lupatelli ha i prodotti della distinzione. E’ un giacimento importante e prezioso per raccontare un territorio”.

Nell’Area Wine Tasting il rosso “diavolacciu” della cantina Ninni di Spoleto è entrato nella ristretta selezione dei “100 vini italiani”. Tra gli otre 300 espositori l’ATI3 Umbria per l’Associazione nazionale città dell’olio con assaggi di bruschette condite con i vari cultivar e invito a Frantoi Aperti, mentre a rappresentare la birra i prodotti dei Mastri Birrai Umbri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*