Futurando 2015, torna il festival della sostenibilità

Futurando 2015 - LocandinaIncontri, spettacoli, laboratori, giochi e un mercato pieno di profumi e di colori alla ricerca di una via possibile per costruire una nuova realtà sostenibile. Sabato 19 e domenica 20 settembre a Villa Taticchi di Ponte Pattoli torna Futurando, manifestazione promossa dall’Associazione Gaia in collaborazione con Villa Taticchi. Un’iniziativa – giunta quest’anno alla sua V edizione – nata per promuovere uno stile di vita eco-compatibile e un modello altro rispetto a quello dominante, in continuità con le istanze ambientalistiche ed agroalimentari che si vanno via via diffondendo grazie alle valorizzazione delle risorse più prossime al territorio. “Futurando 2015. Il pianeta ci nutre” – questo il titolo e i contenuti della V edizione del festival, vista anche la concomitanza con EXPO 2015 – vuole valorizzare tutte le organizzazioni attive sul territorio umbro, cercando di favorire la nascita e lo sviluppo di un circuito virtuoso che consenta ai cittadini di fruire di prodotti e servizi “buoni”, “sani” (anche socialmente) e a Km 0 (o quasi). Domenica 20 settembre, in una delle “cir-CONFERENZE” in programma a Futurando 2015, si parlerà così ad esempio di “Evoluzione Personale, Economia Sostenibile e Cultura della Ruralità”, con gli interventi di Jacopo Fo, Dramane Wagué (assessore del Comune di Perugia alla Partecipazione e all’Associazionismo), Antonio Lattanzi (Coordinatore delle Fattorie didattiche della CIA, Confederazione Italiana degli agricoltori), e dei rappresentanti di AltroCioccolato, Fa’ la cosa giusta! Umbria e della rete dei Vignaioli Resistenti Umbri. Il format, nella due giorni, sarà poi quello ormai consueto per Futurando, con diverse aree tematiche (capeggiate da quella sull’agricoltura biologica e da quella sull’artigianato), spettacoli e una mostra mercato della sostenibilità, accanto a cui si svilupperà una vasta area dedicata ai laboratori di artigianato con telai per la tessitura, banchi da falegname da fabbri e tanto altro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*