Università dei Sapori e Anga Umbria: firmato accordo di collaborazione

GuidoGatti e Anna Rita Fioroni

GuidoGatti e Anna Rita FioroniFormazione, ricerca e sperimentazione nel patto siglato venerdì 22 gennaio a Perugia – Obiettivo: valorizzare eccellenze agroalimentari e corretta alimentazione ma non solo

PERUGIA – Formazione, ricerca e sperimentazione, consulenza e assistenza tecnica, eventi e iniziative volte a valorizzare le eccellenze agroalimentari e la cultura di una sana e corretta alimentazione. Sono solo alcune delle finalità poste alla base dell’accordo quadro di collaborazione siglato venerdì 22 gennaio nella sede di Università dei Sapori, a Perugia, tra Uds Centro Internazionale di Formazione e Cultura dell’Alimentazione e l’Associazione dei Giovani imprenditori di Confagricoltura Umbria (Anga), alla presenza di Anna Rita Fioroni e Maurizio Beccafichi rispettivamente presidente e responsabile sviluppo di Università dei Sapori, Guido Gatti, Federico Franchi e Francesco Rustici il primo presidente e i secondi vicepresidenti di Anga Umbria.

Cosa prevede l’accordo Molte le attività poste a comune denominatore tra le parti. Si va dall’istruzione e la formazione professionale e non professionale finalizzata all’introduzione di nuove tecnologie e metodi per il miglioramento della qualità nel settore alimentare e non alimentare all’erogazione dei servizi di consulenza e assistenza tecnica per le imprese della ristorazione, dell’ospitalità (Horeca), della produzione, della distribuzione e grande distribuzione alimentare (Do e Gdo). L’accordo prevede inoltre la possibilità di realizzare corsi professionalizzanti, con rilascio di qualifica e finalizzati all’inserimento lavorativo per le professioni di ristorazione, produzione e distribuzione alimentare, compresi gli interventi e i servizi educativi di formazione per i giovani fino alla maggiore età. E ancora: realizzazione di corsi amatoriali per appassionati gourmet, definizione di iniziative per una corretta alimentazione, ricerca tecnologica, progettazione, sperimentazione, acquisizione di conoscenze e prestazione di consulenza e assistenza tecnica, organizzativa e di mercato connessa al progresso del settore alimentare, anche attraverso processi di filiera con le imprese produttive agroalimentari e con le istituzioni del territorio, definizione di standard di qualità e tipicità per gli operatori del settore, attività di orientamento e di promo-commercializzazione dei prodotti agroalimentari, sia in Italia che all’estero. Il protocollo d’intesa prevede inoltre la possibilità di organizzare iniziative ed eventi congiunti, miranti alla diffusione di conoscenze e best practices e alla divulgazione dei risultati derivanti da possibili indagini conoscitive e progetti sperimentali su materie di comune interesse e con riferimento ai propri settori di competenza.

Fioroni, Università dei sapori “Questa iniziativa – ha dichiarato Anna Rita Fioroni, presidente Uds – nasce con la finalità di dare un contributo forte alla creazione di un modello di valorizzazione della cultura alimentare, di cui Università dei Sapori è fiera ambasciatrice, e del settore agroalimentare”. “Le attività oggetto dell’accordo di collaborazione – ha proseguito Fioroni – si inseriscono in ambiti strategici e trainanti per l’economia umbra in particolare, con l’ambizione di traguardare obiettivi oltre i confini nazionali, innescando sinergie positive e costruttive per valorizzare ancor più  il made in Italy e il valore aggiunto che rappresenta. Ho l’onore di rappresentare un importante centro di formazione alimentare ed enogastronomico che è strettamente correlato a un’associazione di imprenditori del turismo e del commercio, oltre che alle istituzioni locali; un Centro internazionale che sin dalla sua costituzione si è adoperato per favorire  lo sviluppo e l’aggiornamento di competenze professionali e risorse umane e di tutte quelle attività legate al mondo del food e della filiera agroalimentare. Siamo sempre perciò ben disposti all’attivazione di partnership e allo sviluppo di nuove opportunità di formazione e di business, specie con giovani imprenditori, orientati, come in questo caso, all’innovazione e allo spirito collaborativo, così da veicolare in modo virtuoso i diversi modi di fare impresa, promuovendone lo sviluppo di competenze distintive in grado di trasferire le esperienze umbre in  tema di valorizzazione territoriale, attraverso la promozione  delle eccellenze produttive, agroalimentari, enogastronomiche locali e tipiche”.

Gatti, Anga Umbria Un plauso all’iniziativa arriva anche da Guido Gatti, presidente Anga Umbria. “Soddisfatti i produttori – ha dichiarato Gatti – per la stipula della convenzione. Sarà un ottimo canale per poter fare network dando la possibilità alle imprese dei giovani di Confagricoltura Umbria di avere visibilità e creare occasioni di business. I giovani potranno accrescere le proprie conoscenze aderendo alle iniziative di Uds, per le imprese associate potrà essere una gran vetrina la possibilità di collaborare con gli eventi dell’Uds per rafforzare il proprio posizionamento strategico, per consolidare e sviluppare l’attività di internazionalizzazione. Entrambe con questa collaborazione daranno risonanza al nostro territorio e alle eccellenze umbre”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*