Fiera dei Morti Perugia, assessore Casaioli, cresce visibilità brand

Immancabile l’appuntamento con gli operatori delle città gemelle

Fiera dei Morti Perugia, assessore Casaioli, cresce visibilità brand
Fiera dei morti 2016 un'edizione con grandi novità

Fiera dei Morti Perugia, assessore Casaioli, cresce visibilità brand PERUGIA – Si è conclusa da una settimana la Fiera dei Morti e l’Assessore al Commercio, artigianato e mobilità Cristiana Casaioli ha voluto analizzare i dati provenienti dalla promozione e dalla accresciuta visibilità del brand “Fiera dei Morti”edizione 2016.

Diversi e integrati i canali di comunicazione, ma focalizzati su una diversa modalità di accesso e visita alla Fiera che avevano come obiettivo primario quello di stimolare l’utilizzo intermodale del trasporto pubblico (treni, autobus, minimetro), sia attraverso il maggior utilizzo dell’app Moovit, sia con un nuovo progetto grafico e una maggiore presenza sui canali social e una nuova landig page dedicata all’indirizzo fieradeimorti.comune.perugia.it.

La Fiera dei Morti è la più grande fiera del centro Italia: sei giorni di esposizione, in tre luoghi della città collegati dai mezzi pubblici per un totale di oltre 500 operatori a Pian di Massiano, 50 in piazza del Bacio e 80 in Centro Storico. Immancabile l’appuntamento con gli operatori delle città gemelle presenti in Piazza Italia con i loro prodotti tipici.

Un ringraziamento va alle gemelle europee Aix en Provence, Bratislava, Tübingen ed all’americana Grand Rapids che hanno devoluto una parte del loro ricavato al Comune per le popolazioni terremotate.

“L’aver voluto stimolare, attraverso i vari canali di comunicazione, la possibilità di visitare tutte e tre le sedi della fiera utilizzando solo i mezzi pubblici, grazie ad un biglietto unico a tariffa scontata di 3,50 euro valido per l’intera giornata (24 ore dalla prima convalida) su autobus, Minimetrò e treno, utilizzabile anche più volte al giorno, è servito per far capire ai nostri cittadini un diverso modo di spostarsi in città che diminuisce le congestioni da traffico veicolare, riduce l’emissione di gas inquinanti porta ad un maggiore risparmio energetico ed è più rispettoso dell’ambiente”.

I dati ci dicono che è il Minimetrò il mezzo privilegiato per la visita alle tre piazze con un totale di 73.700 validazioni in 6 giorni di Fiera, mentre la giornata che ha registrato il più alto numero di validazioni è risultata essere il 1° novembre con 21.600 biglietti validati. L’aver promosso l’utilizzo del mezzo pubblico con Il biglietto “giornaliero fiera” a € 3,50 ha dato i suoi risultati: rispetto all’ edizione dello scorso anno sono stati venduti il 30% in più di biglietti.

Dati confermati anche da Bus Italia: la società comunica che ad eccezione degli ultimi due giorni nei quali la pioggia ha condizionato le presenze alla fiera, sulle linee F e G ed i servizi dedicati alla Fiera dei Morti vi è stato un incremento del 25%.

Sul fronte del Comando della Polizia Municipale, il comandate Nicoletta Caponi ha impegnato 55 agenti al giorno distribuiti sul fronte viabilità, rotatorie e incroci, un nucleo impegnato nei controlli commerciali anti contraffazioni e due persone al box ricevimento oggetti smarriti che hanno redatto 50 denunce di portafogli rubati con 25 oggetti rinvenuti e restituiti ai proprietari. Inoltre è stata dedicata una pattuglia fissa, mattina e sera, per i controlli dei parcheggiatori abusivi nelle aree antistanti la Fiera dei Morti a Pian di Massiano.

La Fiera di Morti edizione 2016 è stata contrassegnata anche da un forte impulso dato dalla campagna di comunicazione incentrata sui social network ufficiali del Comune di Perugia: Facebook, Twitter, Instagram e il sito internet dedicato alla fiera “fiera.comune.perugia.it”.

Il video promozionale ha avuto 147.245 interazioni ed è stato visualizzato da 207.998 persone sia dell’Umbria che di alcune città toscane, marchigiane e laziali.

Dati incoraggianti anche per i post sulla pagina istituzionale che hanno avuto una copertura totale di 160.300 persone e sono state visualizzate da 249.900 contatti.

Il canale twitter @comuneperugia si è confermato voce istituzionale in real time per informazioni sulla viabilità di accesso alla fiera con 10.028 visualizzazioni, mentre la app di Moovit è stata scaricata da 1547 persone durante i giorni della fiera.

Con la app sono stati generati 4 avvisi e 2 notifiche push indirizzati a più di 8.000 persone e un tasto dedicato all’evento.

8.000 gli accessi alla landing page “fieradeimorti.comune.perugia.it” sul sito del Comune di Perugia e grande successo per il contest Instagram #selfieinfiera, lanciato sul canale Instagram @comuneperugiaofficial dall’1 al 6 novembre, realizzato in collaborazione con l’Ac Perugia Calcio e la community degli Igers Perugia: 126 foto postate, 740 interazioni, 22.256 il numero delle persone che hanno visualizzato la promozione #Selfieinfiera nella fascia di età 25-34 anni. La vincitrice che ha scoperto l’oggetto misterioso, un grifo in ferro battuto su scudo nascosto a Pian di Massiano e realizzato da Vainer Bocci, è stata Katia Fiorucci.

La vincitrice verrà premiata presso il Museo del Perugia Calcio, giovedì 17 novembre alle ore 17.00 con una maglia del Perugia Calcio autografata dai giocatori e consegnata dal Presidente Santopadre e dall’Assessore Cristiana Casaioli.

Un grande impegno e un grande ringraziamento va sia al personale del Comune di Perugia, al Consorzio Perugia in centro, alla Confcommercio, a Federalberghi ma anche e in particolare agli operatori delle città di Norcia, Cascia e Rieti che, nonostante le difficoltà, sono stati presenti con i loro prodotti commerciali e artigianali a piazza del Bacio, e anche a tutti gli operatori provenienti da ogni parte d’Italia che scelgono come ogni anno la Fiera dei Morti quale grande opportunità di mercato e di vendita dei loro prodotti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*