Federmanager Perugia su ‘industria 4.0, scenari, prospettive, sfide’

Convegno Federmanager Perugia Industria 4.0

Si parlerà dei processi di trasformazione in atto nell’industria e nelle professioni – Convegno al centro congressi Villa Pieve di Corciano giovedì 15 dicembre, alle 18

(umbriajournal by Avi News) – CORCIANO L’innovazione tecnologica sta cambiando il mondo influenzando il modo di vivere, di comunicare e di relazionarsi, imponendo processi di trasformazione anche nell’industria e nelle professioni. Per riflettere su questi temi, di entità globale, Federmanager Perugia organizza un convegno da titolo ‘Industria 4.0, scenari, prospettive, sfide’, giovedì 15 dicembre alle 18, al centro congressi Villa Pieve di Corciano (via Marcantonio Bonciario, 126).

Parteciperanno i relatori Stefano Rebattoni, general manager Global technology services (Gts) Ibm Italy e Ibm Champion per Industry 4.0, Guelfo Tagliavini e Roberto Dradi, rispettivamente presidente e componente Commissione Federmanger Industria 4.0, e Igino Colella Garofalo, presidente Italy Roundtable, sezione italiana del Council of Supply Chain Management Professionals (Cscmp).

In particolare, l’intervento di Rebattoni verterà su ‘Tecnology, business and industry 4.0’, mentre Tagliavini e Dradi si occuperanno di ‘Piano nazionale industria 4.0 e innovazioni per i manager’. Chiuderà Colella Garofalo parlando di ‘Applicazioni avanzate 4.0 nella supply chain’.

“La recente approvazione al Senato della legge di stabilità – sottolinea Federmanager Perugia – ha confermato la manovra messa in campo per favorire l’innovazione tecnologica nelle imprese italiane. Federmanager ha voluto organizzare un breve convegno di riflessione e sintesi sulla materia, proponendo relatori di elevata competenza ed esperienza nazionale ed internazionale, focalizzando l’attenzione su tre argomenti chiave: presente e futuro secondo un grande player mondiale (Ibm), innovazione e opportunità per la  figura del manager, ed esperienze nazionali e internazionali Industria 4.0 applicate al mondo delle piccole e medie imprese”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*