Edilizia e sostenibilità, geometri di Perugia e Terni a ‘Fa’ la cosa giusta’

geometri-a-fa-la-cosa-giusta-2

Stand informativo sui più innovativi materiali e le più moderne metodologie per costruire – Presenti strumentazioni tecniche e tecnologie come stampanti 3d, droni e termocamere

(umbriajournal.com) by Avi News BASTIA UMBRA – Le tematiche della sostenibilità ambientale, già da alcuni anni ormai, si sono fatte largo anche nel mondo edile. Sempre più diffusa, infatti, è l’idea che il futuro di questo settore non possa che passare per un stretto dialogo tra costruito e ambiente, così da poter coniugare le necessità del territorio e della collettività con quelle economiche e di benessere abitativo. Alla luce di queste riflessioni, da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre, i Collegi dei geometri e geometri laureati delle province di Perugia e Terni sono presenti con un proprio stand a ‘Fa’ la cosa giusta’, fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili in scena al centro fieristico Umbriafiere di Bastia Umbra.

La presenza dei geometri. All’info point, realizzato su proposta della Commissione edilizia sostenibile, energia e acustica del Collegio di Perugia, i visitatori della manifestazione possono informarsi sulle più aggiornate norme tecniche e metodologie e sui più innovativi materiali per il costruire sostenibile. I professionisti presenti allo stand, inoltre, metteranno in mostra e faranno dimostrazioni pubbliche con le tecnologie e le strumentazioni tecniche di ultima generazione in loro dotazione, quali termocamere, droni, gps e stampanti 3D.

Utilità e importanza della professione. Lo spazio informativo dei due Collegi a ‘Fa’ la cosa giusta’ ha anche lo scopo di ribadire e far capire al più vasto pubblico possibile l’importanza e la necessità della professione del geometra nello sviluppo e nella cura dell’ambiente e del territorio. In quest’ottica, prosegue anche a Bastia Umbra la campagna promozionale per invitare gli studenti a iscriversi a scuole secondarie di secondo grado che offrano un indirizzo Cat (Costruzione, ambiente e territorio). Questo è infatti il percorso di studio che permette di acquisire le giuste competenze per diventare geometri.

Nicola Torrini

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*