Eco natura, salone del turismo rurale a Città di Castello

La tre-giorni dedicata al turismo rurale si terrà nell’ambito della 50° Mostra Nazionale del Cavallo

Eco natura, salone del turismo rurale a Città di Castello

Eco natura, salone del turismo rurale a Città di Castello. Un intero padiglione della Fiera di Città di Castello, in provincia di Perugia, dal 9 all11 settembre prossimo, in occasione dell’edizione 2016 della Mostra Nazionale del Cavallo, sarà dedicata al Salone del Turismo Rurale Eco Natura, evento ideato e realizzato da MC Marketing Consulting, sotto l’egida dell’Unesco, che ha dato il suo patrocinio all’evento insieme all’Enit, alla Regione dellUmbria e alle principali associazioni di settore.

Come diverse ricerche recenti evidenziano, la domanda di un turismo non solo sostenibile, ma legato strettamente al mondo rurale e alla natura è in crescita costante e continua. Si tratta di una vacanza esperienziale ricca di motivazioni, che vanno dalla ricerca del benessere e di un’elevata qualità della tavola -che sia anche slow, lontana dai ritmi di tutti i giorni- allo sport all’aria aperta e al relax nel verde. Se, nel mondo, circa il 78% dei viaggiatori considera importante l’attenzione all’ambiente e in Europa una persona su tre preferisce il turismo sostenibile, anche gli italiani sono in linea con questo trend, preferendo sempre più un turismo all’aria aperta, sinonimo di salute, qualità della vita e sostenibilità ambientale.

Per questo, dal 9 all’11 settembre, strutture ricettive e operatori turistici che operano nell’ambito rurale di qualità avranno a Città di Castello un’opportunità in più di visibilità e di incontro con Tour Operator specializzati, associazioni sportive e di territorio, stampa di settore ed esperti. Il pubblico che visiterà il Salone, dal canto suo, potrà conoscere da vicino piccole e grandi realtà turistiche rurali, approfondire i temi di interesse e farsi cucire addosso pacchetti ad hoc “amici dell’ambiente e della natura”.

Il Salone sarà anche l’occasione per presentare al pubblico e agli operatori il progetto In.Itinere, che vede sei regioni del Centro Italia -Umbria (capofila), Marche, Lazio, Toscana, Abruzzo e Sardegna- unite per la promozione di un’offerta di viaggio originale, che si colloca fuori dai circuiti del turismo di massa, sempre più alla ricerca di esperienze autentiche, di un rapporto vivo e profondo con la natura, le produzioni e le popolazioni locali, lontane dal turismo di massa.

Nella giornata di apertura si terrà anche un workshop b2b, riservato agli operatori, nel quale le strutture ricettive avranno l’opportunità di incontrare e promuovere la propria offerta a circa 60 buyers italiani e stranieri (Usa, Spagna, Francia, Belgio, Olanda, Germania, Austria, Svizzera, Regno Unito), in larga parte specializzati nel turismo rurale, selezionati in collaborazione con Enit.

Sempre Venerdì 9 settembre, si parlerà di itinerari come strumenti di sviluppo turistico in due appuntamenti con il Prof. Stefano Soglia: il primo alle 10,30 su “Il prodotto itinerario come sviluppo del turismo rurale” e il secondo alle 14,30 dal titolo “Il buono, il brutto e il cattivo: 10 sfide per un itinerario”. Nel pomeriggio, approfondimento sul tema Agriturismo nell’era digitale, nuove opportunità per le imprese agricole multifunzionali nell’ambito di un incontro organizzato da Terranostra e Coldiretti Umbria (Sala Tifernum, ore 17,00).

Il giorno successivo sarà dedicato, invece, ai 250 membri della Rete Turistica Rurale, di cui 130 GAL di ogni regione italiana, che si ritroveranno a Città di Castello per un confronto e la condivisione delle buone pratiche realizzate o da mettere in campo.

Infine, domenica 11 settembre, spazio ai Borghi più belli dItalia con il convegno Scoprire il paesaggio dalle mura dei Borghi – Panorami, itinerari, cultura, approfondimento sulla valorizzazione del territorio a partire dall’esperienza dei Borghi stessi (Sala Tifernum, dalle ore 10,00). Sia sabato che domenica, grazie alla presenza del Museo della Canapa di SantAnatolia di Narco, laboratori gratuiti a cura del Servizio Didattico del Museo stesso: il primo  (sabato ore 10,30, Stand del Museo della canapa), sui diversi e numerosi usi della canapa, dal titolo “Il maiale vegetale: la canapa”, perché della canapa, come del maiale non si butta via niente. Il secondo, sempre sabato alle 16,00 e sempre presso lo stand, interamente dedicato alla tessitura della canapa. Domenica, invece, alle 10,30 il laboratorio dal titolo “SOS Canapa e alle ore 16 quello dedicato alla filatura.

La collocazione del Salone del Turismo Responsabile Eco Natura all’interno della 50esima Mostra Nazionale del Cavallo, manifestazione ormai consolidata con le sue oltre 50mila presenze nell’ultima edizione, punta a creare una sinergia tra le due manifestazioni, finalizzata a cogliere opportunità reciproche per gli espositori così come per i visitatori e a farne una delle manifestazioni più accreditate del centro Italia, dove la qualità della vita e l’attenzione all’ambiente sono da sempre prioritari.

Media partner del Salone i mensili Trekking & Outdoor e In Natura, il portale dailyslow.it, la web radio DotRadio e l’associazione ARGA-UNAGA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*