Dialogo aperto tra Agenzia delle entrate e Collegio geometri di Perugia

Il tavolo con al centro Carmelo Rau ed Enzo Tonzani
Il tavolo con al centro Carmelo Rau ed Enzo Tonzani

Presentato protocollo d’intesa che istituisce Gruppo di lavoro per la risoluzione di problemi – Tematiche relative a materie catastali e ipotecarie e corretta applicazione norme tributarie

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – Promuovere e istituzionalizzare forme strutturate di dialogo tra i due enti interessati per facilitare il lavoro di entrambi i soggetti. È in sintesi questo l’obiettivo del protocollo d’intesa sottoscritto il 29 maggio dalla Direzione regionale dell’Umbria dell’Agenzia delle entrate e il Collegio dei geometri e geometri laureati delle provincia di Perugia, presentato ai professionisti della categoria venerdì 26 giugno, all’hotel Giò wine e jazz area di Perugia. Ad aprire i lavori, Enzo Tonzani, presidente provinciale del Collegio dei geometri e geometri laureati di Perugia, Carmelo Rau e Marina Angeli, direttori rispettivamente regionale dell’Umbria e dell’ufficio provinciale di Perugia-Territorio dell’Agenzia delle entrate. Gli aspetti tecnici del protocollo sono stati illustrati da Chiara Paoletti della Direzione regionale dell’Umbria dell’Agenzia delle entrate, Franco Maranghi, responsabile dell’area Pregeo dell’ufficio provinciale di Perugia-Territorio dell’Agenzia delle entrate, Otello Grassi e Luca Montagnoli della Commissione catasto. “Sostanzialmente – ha spiegato Rau –, prevediamo l’istituzione di un Gruppo di lavoro che dovrebbe consentire la risoluzione dei problemi operativi che i geometri trovano nel loro agire quotidiano e, quindi, un allineamento con l’amministrazione finanziaria. Questo vuole essere uno strumento evolutivo rispetto a una prassi già esistente. Il protocollo la razionalizza in previsione di uno scenario un po’ più turbolento e che darà sicuramente origine a necessità interpretative e chiarimenti”. “Periodicamente, una volta ogni quattro mesi – ha aggiunto Tonzani –, ci incontreremo per parlare dei nostri rispettivi problemi e, insieme, cercare di trovare soluzioni. Incontri potranno, inoltre, esserci ogni qualvolta emerga una nuova problematica che riguardi l’organizzazione dell’ufficio o il lavoro dei professionisti nello svolgimento di pratiche per i clienti. A beneficio della categoria, ovviamente, ma anche della cittadinanza”.

Le tematiche da affrontare. Analogo accordo, che mira quindi ad assicurare uniformità di indirizzo interpretativo e operativo in tutti gli uffici regionali, è stato siglato dal Collegio della provincia di Terni, giovedì 25 giugno. Le tematiche affrontate sono relative a materie catastali e ipotecarie e alla corretta applicazione di norme tributarie e conseguenti all’applicazione di indirizzi operativi impartiti dalla Direzione centrale catasto e cartografia. “Dal primo gennaio – ha ricordato Tonzani – non c’è più rapporto diretto con gli uffici e si lavora solo in maniera telematica. La nostra categoria si confronta quotidianamente con procedure Docfa, Pregeo e accesso agli atti e con ognuna di esse può sorgere un problema. Alcuni rientrano nella routine, per cui sappiamo sempre qual è il giusto approccio. In altri emergono casi particolari e su questi ci dovremo confrontare”.

Nicola Torrini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*