Delegazione dell’Ecuador in visita all’Università dei Sapori

Università dei Sapori baricentro formativo nei rapporti di cooperazione con l’Ecuador nei settori legati all’alimentazione, gastronomia, gelateria, pasticceria, agroalimentare. Con l’obiettivo, non ultimo, di fondare a Perugia la prima Scuola di Cioccolateria italiana, sul modello, già sperimentato e perfettamente riuscito, di Scuola Italiana di Gelateria. Il tutto da siglare in autunno, nella cornice internazionale dell’Expo, presso lo spazio “Umbria experience” che la Regione Umbria ha inaugurato nella nuova sede milanese dell’ADI- Associazione per il Disegno Industriale, dove Università dei Sapori è presente con workshop, cooking show e un Temporary Restaurant.

L’impegno programmatico oggi, presso la sede del Centro internazionale di Formazione e Cultura dell’Alimentazione, alla presenza dell’Assessore regionale allo Sviluppo economico Fabio Paparelli, della Presidente di UdS Anna Rita Fioroni, del Direttore ed Amministratore delegato Vasco Gargaglia e della Coordinatrice Giuliana Spaterna. Presenti all’incontro: José Luis Rhi-Sausi, Segretario Socio – Economico dell’IILA, Fernando Moreno, Commissario Generale dell’Ecuador all’Expo e Direttore Generale dell’Ufficio Commerciale dell’Ecuador a Milano, Marco Fernando Guilcapi, Dirigente del Ministero dell’Agricoltura in Ecuador, Johnny Terán, Sindaco di Babahoyo, Filippo Pinelli docente di UdS e Direttore dell’Associazione europea “La via del cioccolato”, Paolo Blasi, Docente dell’Università di Camerino che ha condotto una ricerca scientifica volta a dimostrare le proprietà salutistiche e fitoterapiche del cacao, Eleonora Brillo dell’Università degli Studi di Perugia, ricercatrice nel progetto “Cioccolato in gravidanza”, coordinato dal Prof. G.C. Di Renzo, condotto presso il Centro di Medicina Perinatale e della Riproduzione, S.C. di Clinica Ostetrica e Ginecologica e Davide Guarnaccia imprenditore nel settore dei prodotti dolciari in cioccolato e consulente IILA su progetti specifici inerenti la qualificazione e la certificazione del Cacao. “Intere generazioni di italiani – ha dichiarato José Luis Rhi-Sausi – sono cresciute e si sono formate con il cacao ecuatoriano. Vogliamo rivitalizzare certe condizioni di questo nostro grande patrimonio. L’Ecuador deve capitalizzare un’esperienza e unire più know how in maniera sinergica. Perugia può rappresentare il nostro centro di operatività, dove agire su due livelli, tramite la formazione con Università dei Sapori e attraverso la ricerca tecnico-scientifica condotta dall’Università degli Studi di Perugia”.

“Siamo orgogliosi – ha detto Anna Rita Fioroni – di prendere parte a quello che riteniamo essere un progetto unico nel suo genere. Siamo certi che rappresenti un nuova forma di sviluppo nella cooperazione internazionale che vede il territorio di Perugia protagonista per quanto riguarda i rapporti di relazioni con l’IILA e le istituzioni ecuatoriane”. Un percorso, quello con UdS, che parte da lontano. Già parte attiva del progetto IILA per la coesione produttiva della filiera del cacao Latino Americano, Università dei Sapori ha anche preso parte alla missione in Ecuador dal 28 Febbraio al 6 marzo durante la quale ha incontrato le massime autorità del Paese, i rappresentanti dei Ministeri Turismo e Commercio e Istruzione e delle principali Università e Scuole di formazione di alta cucina e l’ Ambasciatore italiano in Ecuador Gianni Piccato. Un percorso di avvicinamento che si è ulteriormente consolidato lo scorso 27 marzo quando UdS ha avuto l’onore di avere come ospite l’Ambasciatore dell’Ecuador Juan Fernando HOLGUÍN FLORES, Vice Presidente dell’IILA. “Siamo certi – ha proseguito Fioroni – che il nostro apporto possa promuovere significativamente attraverso i nostri corsi di formazione e accompagnamento alla professione l’utilizzo del cacao dell’Ecuador nei settori della gelateria artigianale, pasticceria, cioccolateria. Come altrettanto possibile è l’attivazione di borse di studio per corsi professionalizzanti di cucina italiana presso la sede UDS rivolti a giovani futuri addetti al settore della ristorazione; corsi di aggiornamento professionale di breve durata per lavoratori del settore della ricettività alberghiera e della ristorazione sulla conoscenze dei prodotti enogastronomici italiani e scambi tra formatori per l’approfondimento di tematiche inerenti l’alimentazione”.

L’avvio del processo di collaborazione in autunno quando UdS riceverà dall’11 ottobre una delegazione composta dalle migliori università e istituti di formazione gastronomica dell’Ecuador con l’obiettivo di avviare accordi formativi per il 2016. Tale delegazione farà anche tappa a Milano, all’Expo ed allo spazio ADI, dove, secondo le volontà espresse dall’Assessore regionale allo Sviluppo economico Fabio Paparelli, potrebbe essere siglato l’accordo quadro fra Università dei Sapori ed i partner istituzionali, a conferma “della volontà della Regione Umbria di investire sempre più in innovazione ed internazionalizzazione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*