Costruzioni, i vantaggi del calcestruzzo cellulare in un meeting

si parla di calcestruzzo cellulare da Pesciarelli

(umbriajournal.com) by Avi News MAGIONE – Si ragionerà di costruzione e ristrutturazione con l’utilizzo di calcestruzzo cellulare nell’incontro promosso da Pesciarelli edilizia nella sua sede di Magione e in programma mercoledì 25 maggio alle 18. “Si tratta di un materiale molto innovativo dal punto di vista del risparmio energetico – ha spiegato Valentino Pesciarelli, titolare della Pesciarelli edilizia – che abbiamo fornito in grandi quantitativi, di recente a Perugia, per l’esecuzione della tamponatura di un’abitazione privata in strada Montevile. Un segno che c’è sempre più attenzione su questo argomento non solo da parte degli addetti ai lavori ma anche da parte dei proprietari che ristrutturano”. L’evento, al quale parteciperà anche Enzo Tonzani, presidente del Collegio dei geometri e dei geometri laureati della provincia di Perugia, permetterà di conoscere i sistemi costruttivi e i nuovi prodotti di Ytong, azienda leader proprio del calcestruzzo cellulare che ha collaborato all’organizzazione dell’iniziativa. Nel corso dell’incontro, sono previste una parte teorica e una prova pratica per tutti i partecipanti.

Tra gli argomenti in discussione ci saranno le caratteristiche del sistema involucro in calcestruzzo cellulare, la realizzazione di edifici a energia quasi zero e di murature portanti in zona sismica sempre con l’utilizzo dello stesso materiale, la correzione di ponti termici, la costruzione e la ristrutturazione con pannelli isolanti in idrati di silicato di calcio. Infine, si parlerà di scelta di intonaci, rasanti e prodotti complementari. La dimostrazione pratica riguarderà la posa in opera e le lavorazioni accessorie con illustrazione di particolari costruttivi e video che esprimono la facilità di impiego. Al termine, intorno alle 20, è previsto un momento conviviale con la partecipazione di una azienda agricola di Villa Pitignano che preparerà affettati e carne cotta al fuoco di produzione propria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*