Unipegaso

Centro estetico Zeropeli a Foligno e Perugia, la bellezza non ha confini

Dopo 30 anni di onorato servizio nel mondo dello spettacolo ha pensato di garantirsi un futuro come imprenditore con uno dei più noti marchi in franchising dell’estetica

Centro estetico Zeropeli a Foligno e Perugia, la bellezza non ha confini

Centro estetico Zeropeli a Foligno e Perugia, la bellezza non ha confini

TERNI – Cristopher Pero, 48 anni, è un personaggio simpatico, dotato di una comunicatività accattivante e dal tono allegro e informale. E non potrebbe essere diversamente, vista la professione che fa da 30 anni: il disc jockey, con in più una propria casa discografica. Un lavoro che ama e che, peraltro, non ha lasciato, pur essendo oggi impegnato anche sul fronte imprenditoriale. Infatti, circa un anno e mezzo fa, ha aperto nella sua città, Terni (e per la precisione in via C. Battisti 147b, a poca distanza dal centro), un centro estetico a marchio Zeropeli.

Di sicuro un bel salto, ma come è arrivato a questa decisione? «È vero, un bel salto, ma in fondo c’è qualcosa che accomuna queste due professioni.

Pensandoci bene, anche la musica è bellezza, sia pure in un senso più ampio. E poi c’è il rapporto con il pubblico: le sensazioni che si provano vedendo che la musica che si propone è apprezzata assomigliano a quelle che derivano dalla dai clienti soddisfatti del servizio ricevuto».

Ma davvero sono questi i motivi che l’hanno spinta? «Certamente no, anche se c’è del vero. In realtà tutto è iniziato quando mi sono reso conto che alla mia età era ora di pensare al futuro. Così ho iniziato a guardarmi attorno, cercando di capire quale potesse essere un settore interessante, in grado di offrire le potenzialità migliori, sia in termini economici sia di soddisfazione personale. Ho parlato con vari amici e conoscenti, ho fatto qualche piccola indagine di mercato e alla fine la scelta è caduta sull’estetica».

E come è arrivato a scegliere Zeropeli? «Anche in questo caso tramite conoscenze. Per altri motivi avevo qualche contatto con i titolari dell’azienda e da lì è partito tutto. Naturalmente ho approfondito studiando anche altri marchi, ma alla fine mi è sembrata la scelta migliore sotto tutti i punti di vista. Investimento giusto, apparecchi di ottima qualità, marchio efficace, assistenza puntuale ed efficiente, non potevo chiedere di più».

Cosa ci racconta dell’esperienza dell’avviamento? «È stata davvero semplice. Zeropeli offre un allestimento chiavi in mano, così ho dovuto occuparmi solo di risistemare i locali, adeguarli alle direttive Asl, sbrigare le pratiche burocratiche necessarie. In realtà volendo il franchisor supporta anche in questo, ma ho preferito fare da solo. Tutto è filato liscio e dal contratto all’apertura sono passati solo un paio di mesi. Poi hanno fatto tutto loro, compresa la formazione del personale».

Come è strutturato il centro? «Abbiamo uno spazio di circa 55 mq, con due cabine per i trattamenti estetici e una per le unghie. Sono affiancato da tre ottime collaboratrici, due estetiste e una onicotecnica, che ho selezionato personalmente.

La specialità della casa, ovviamente, è la depilazione con macchine d’avanguardia, ma ci sono altri servizi, dal ringiovanimento al dimagrimento».

Quanto ha investito e come ha finanziato l’operazione? «A parte l’affiliazione, 25mila euro, ho speso circa 10mila-15mila euro per ristrutturare il centro, svolgere le pratiche burocratiche e così via. Ho finanziato tutto in proprio, in fondo non erano cifre esorbitanti e in questo modo mi sento molto più libero, senza l’assillo di banche o altri finanziatori».

A un anno e mezzo di distanza come vanno le cose? «Oltre le aspettative. Credo che mi aspetti un futuro interessante».

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*