Banca d’Italia, economia umbra migliora ma non cresce occupazione

E' quanto emerge da aggiornamento congiunturale Banca d'Italia

Perugia, Banca d’Italia, nel 2016 i livelli occupazionali sono diminuiti

Banca d’Italia, economia umbra migliora ma non cresce occupazione

Crescita dell’economia umbra rafforzata, esportazioni che riprendono vigore, domanda interna consolidata: questo il quadro d’insieme per i primi nove mesi del 2017 che emerge dall’aggiornamento congiunturale sull’economia regionale della Banca d’Italia, presentato a Perugia. Le aspettative degli operatori che delineano per i prossimi mesi un’evoluzione positiva anche per i settori ancora in affanno. Nel settore industriale il fatturato è aumentato più intensamente rispetto allo scorso anno e il terziario ha evidenziato segnali di miglioramento. Sul turismo continuano a pesare gli effetti del terremoyo, però in fase di progressivo superamento.

L’attività delle imprese edili rimane debole anche se si registra ottimismo nel comparto. Bankitalia evidenzia una ripresa che non dà benefici in termini occupazionali, con l’occupazione che rimane nel complesso stabile.

Le più favorevoli prospettive dell” economia regionale si sono riflesse in un miglioramento delle condizioni di redditività e liquidità delle imprese. È proseguita, intensificandosi, la crescita di prestiti erogati in regione dal sistema bancario a famiglie e attività economiche. Prosegue quindi la crescita per Nicola Barbera, capo della Filiale Bankitalia di Perugia: “Veniamo da due anni precedenti di crescita – ha detto – e nel 2017 registriamo una vivacità di questa ripresa rispetto allo stesso periodo dell” anno precedente che ha avuto una frenata dopo l” importante crescita che si era registrata nel 2015″.

Barbera ha anche ricordato che “per la prima volta dopo tanto tempo” il rapporto Bankitalia viene presentato oggi pubblicamente all” Università di Perugia, nel dipartimento di Economia. “Per noi – ha affermato – essere dentro l” Università di Perugia significa stare nella città e in Umbria, per portare il nostro contributo di analisi sull” andamento dell” economia regionale”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*