Ast, Fiom Cgil Terni, incertezza investe anche Società delle fucine

acciaieriaTERNI – “L’incertezza che aleggia nel sito siderurgico Tk-Ast investe completamente anche Società delle fucine”: lo comunica la Fiom Cgil di Terni. “Ormai da mesi, si legge nella nota, non si ha più una gestione organizzata dell’azienda”. Sarebbero in corso, in particolare, spostamenti di personale e riorganizzazioni delle procedure delle lavorazioni “dettate più da una spasmodica corsa al risparmio che ad una sensata e consolidata conduzione verso progetti industriali definiti”.

Inoltre la Fiom Cgil esprime “perplessita” sulla mancata attivazione del contratto di solidarietà richiesta ad inizio anno dalla direzione aziendale”, visto che l’ammortizzatore “può essere sospeso in caso di nuove commesse, considerando che non c’è chiarezza se quest”ultime sono strutturali o momentanee”. “Sarebbe preoccupante – si legge nel comunicato – se tale scelta fosse determinata dal fatto che il contratto di solidarietà blocca ogni tipo di ristrutturazione”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*